Camera e Senato, tagli ai mega stipendi: dipendenti in rivolta

Gli stipendi dei dipendenti del Parlamento nel mirino dei presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso: previsti tagli per il segretario generale fino agli assistenti parlamentari. In base alle previsioni,…

Gli stipendi dei dipendenti del Parlamento nel mirino dei presidenti di Camera e Senato Laura Boldrini e Pietro Grasso: previsti tagli per il segretario generale fino agli assistenti parlamentari.

In base alle previsioni, si dovrebbero risparmiare circa 60 milioni di euro alla Camera (che conta 1600 dipendenti) e 36 milioni al Senato (799 dipendenti in tutto). Circa 100 milioni di stipendi in meno a carico dei cittadini.

Al momento della consegna da parte delle vice presidenti con delega al personale, entrambe donne, entrambe del Pd, Valeria Fedeli e Marina Sereni della proposta sulla “Ridefinizione delle retribuzioni ai dipendenti” alle sigle sindacali, la Cgil di Palazzo Madama non ha ritenuto nemmeno opportuno presentarsi. In tutto la delegazione dei lavoratori era composta di meno di 30 persone, in segno di protesta contro le misure che si intendono adottare.


Ecco attualmente a quanto ammontano gli stipendi dei dipendenti del Parlamento:

Segretario Generale: 406mila euro l’anno

Consiglieri: 240mila euro l’anno

Stenografi: 170mila euro l’anno

Documentaristi: 160mila euro l’anno

Segretari e coauditori: 115mila euro l’anno

Collaboratori tecnici: 106mila euro l’anno

Commessi: 99mila euro l’anno

Aggiungi un commento