Pantani, scatta una nuova inchiesta. La camorra lo affossò ?

Lo ha sostenuto fino all'ultimo. Con chiunque, dovunque. Marco Pantani non faceva che ripeterlo a tutti. <<Mi hanno fregato>> diceva. Sono ormai passati quindici anni dalla morte del ciclista romagnolo…

Lo ha sostenuto fino all’ultimo. Con chiunque, dovunque. Marco Pantani non faceva che ripeterlo a tutti. <<Mi hanno fregato>> diceva. Sono ormai passati quindici anni dalla morte del ciclista romagnolo e oggi sembra che un magistrato abbia intenzione di dare ascolto alle proteste che hanno accompagnato il ‘pirata‘ nella tomba.

Pantani

La procura di Forlì ha avviato un’inchiesta sulle vicende mai chiarite di Madonna di Campiglio del 1999. Quell’episodio rappresentò la fine della carriera di Pantani. Quanto meno di quella competitiva, se così possiamo dire. L’atleta tornò sulla bicicletta ma non fu mai più lo stesso. Il reato ipotizzato dal tribunale è di ‘associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva e alla truffa‘. Il caso è seguito dal procuratore capo Sergio Sottani e dal sostituto Lucia Spirito. Si vuole svelare cosa se c’è stato di torbido (nel caso ci sia stato) dietro a quello che è accaduto nel giugno di quindici anni fa. Da anni, del resto, circolano voci di complotti, accenni a manipolazioni causate dal circuito delle scommesse clandestine. È così sulla fine sportiva del campione cesenatico si allunga anche l’ombra della camorra. Ricordiamo che il 5 giugno del 1999 un controllo per la salute dei ciclisti da parte dell’Uci mette fine al Giro d’Italia di Pantani, vicinissimo ad un nuovo trionfo. L’ematocrito è troppo alto, 51.9, 1.9 punti al di sopra del valore consentito. Nessuno bada, però, al particolare che il giorno precedente quel valore era di 48, cioè entro i limiti. L’ipotesi degli inquirenti quindi è che ci troviamo davanti ad un caso di sangue deplasmato, ovvero con parametri anomali di piastrine non giustificabili con lo scompenso dell’ematocrito. L’obiettivo è appurare se la provetta che conteneva il sangue sia stata ‘alterata’ per caso o per dolo.


Aggiungi un commento