Germania: l'uso del cellulare distrae i pedoni? Arrivano i semafori a terra

Il numero delle vittime della strada a causa della distrazione è in costante aumento: la compulsività con la quale usiamo i nostri cellulari, negli ultimi anni, ha superato ogni limite…

Il numero delle vittime della strada a causa della distrazione è in costante aumento: la compulsività con la quale usiamo i nostri cellulari, negli ultimi anni, ha superato ogni limite trasformandoci in distratti robot che non riescono a distogliere lo sguardo dallo schermo, nemmeno nelle situazioni più rischiose. Arrivano così i semafori a terra, delle luci a Led installate in prossimità degli attraversamenti pedonali: al momento l’esperimento risulta essere in atto solamente nella città tedesca di Augusta.

I semafori a terra per gli smartphone-dipendenti

Al momento il progetto è stato messo in atto solamente in Germania ma non è da escludere la possibilità che arrivi anche in Italia: delle luci di colore rosso a LED sono state installate ai lati della strada con l’intento di segnalare, a coloro che possono essere definiti degli “smartphone-dipendenti“, quando è possibile attraversare e quando invece è d’obbligo fermarsi. I troppi incidenti stradali causati proprio dalla distrazione dei pedoni hanno fatto pensare, facendo così nascere l’idea di installare questo nuovo tipo di segnaletica stradale. Le autorità hanno voluto tamponare la situazione cercando di tutelare soprattutto chi del cellulare, più che un’abitudine, ne ha fatto proprio un brutto vizio. Come ha voluto spiegare Tobias Harms, consigliere comunale di Augusta, in Baviera: “Ci siamo resi conto che in tanti non si accorgono del traffico mentre guardano il telefonino in strada“.


Le vittime degli smartphone

Sono tantissime le vittime della strada morte proprio a causa della distrazione provocata dall’uso del cellulare: a far nascere la necessità di instaurare il nuovo sistema di segnalazione infatti è stata proprio la recente morte di una ragazza di 15 anni, uccisa da un tram nella città di Monaco proprio perché intenta ad usare il telefonino lungo il tratto stradale. Anche l’Italia però può negativamente vantare un simile accaduto: proprio lo scorso 21 aprile infatti, una giovane 19enne di Milano è stata travolta ed uccisa da un Freccia Rossa. A causarne la morte la noncuranza della giovane che, ascoltando la musica attraverso delle cuffiette, non si è accorta del rumore del treno in arrivo. Nel contesto generale, la Germania non sembra essere l’unico stato europeo a voler promuovere l’esperimento: anche in Spagna infatti, nello specifico nella città di Cambrilis, il comune ha già provveduto ad installare delle strisce pedonali intelligenti in grado di rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali a rischio per via della scarsa illuminazione. Nonostante l’allerta in Europa sia alta, i provvedimenti sembrano comunque tardare ad arrivare a differenza degli Stati Uniti: dovendo far i conti con un 33% di pedoni distratti, la deputata del New Jersey Pamela Lampitt, ha proposto una multa di 50 dollari a chiunque venga sorpreso ad usare il cellulare mentre cammina per le strade.

Aggiungi un commento