Abusi sessuali nel mondo del calcio: spuntano nuove testimonianze

Altri due calciatori sono usciti allo scoperto per denunciare gli abusi sessuali subiti nelle giovanili di una squadra inglese. Entrambi hanno fatto il nome di Barry Bennell, già denunciato da ulteriori ex giocatori.

Un ex calciatore ha rivelato gli abusi sessuali che l’ex allenatore del Crewe Alexandra Football Club, Barry Bennell, avrebbe perpetrato nei confronti di giovani calciatori. Jason Dunford è apparso al Victoria Derbyshire show della BBC, accanto a Chris Unsworth, ultimi due ex calciatori a farsi avanti a proposito degli abusi sessuali subiti nel settore giovanile del club. I due hanno scelto di sedersi in studio accanto agli ex professionisti Andy Woodward e Steve Walters, anch’essi autori di analoghe pesanti rivelazioni. Dunford è stato il primo ad intervenire, raccontando di aver subito abusi da Bennell e di essere stato allontanato dal club dopo aver affrontato l’allenatore a viso aperto: “Decisi di affrontarlo – ha raccontato – Non dimenticherò mai lo sguardo mortale che mi fece. A quel punto Bennell ha iniziato a tormentarmi – ha proseguito – mi escludeva dalla squadra, mi diceva che avrei giocato, ma alla Domenica continuava a non mettermi in campo”.


Ilterribile racconto degli ex calciatori

Chris Unsworth, 44 anni, ha confessato in trasmissione di aver subito per la prima volta violenze quando aveva soltanto 9 anni, ma pensava che fosse “quello che dovevo fare” per diventare un calciatore. Così Unsworth alla BBC:Mi faceva salire sulla sua auto e poi iniziava a toccarmi e a fare strani giochini mentre raggiungevamo la squadra per l’allenamento. Le sue mani erano ovunque, anche nei pantaloni, ma le cose peggiori accadevano più tardi in camera da letto. Non sapevo cosa stesse succedendo – ha confessato – Sapevo dove volevo arrivare e pensavo che questo era ciò che dovessi fare per riuscirci”.

Dunford e Unsworth, che non sono riusciti a diventare professionisti, hanno confessato gli abusi dopo gli ex calciatori Andy Woodward, Steve Walters, Paul Stewart e David White, che sono usciti allo scoperto muovendo le medesime accuse. Woodward, Walters e David White hanno tutti hanno affermato di essere stati vittime di Bennell, mentre Stewart ha riferito di aver subito abusi da un altro allenatore. Dunford e Unsworth hanno affermato di non essere riusciti a diventare professionisti anche a causa di tali terribili esperienze. Bennell, che ha lavorato per il Crewe Alexandra, Manchester City, Stoke e numerose squadre juniores del nord-ovest dell’Inghilterra e delle Midlands, è finito al centro del scandalo. Attualmente è fuori dal carcere e vive sotto il nome di Richard Jones.

Numerose le condanne ricevute da Bennell

La polizia ha perquisito la sua casa a Milton Keynes, Buckinghamshire, rinvenendo un golden retriever e diversi oggetti tra cui scatole di cartone e confezioni di bevande energetiche. Una vicina di casa dell’uomo, ha formalmente richiesto che Bennell venga trasferito da quella strada, in cui abitano anche bambini. Bennell è stato condannato a quattro anni per aver violentato un ragazzino britannico durante un tour calcistico in Florida nel 1994, poi ha ricevuto una successiva condanna a nove anni per aver commesso 23 reati contro sei ragazzini in Inghilterra nel 1998. È finito in carcere per la terza volta nel 2015, quando si è dichiarato colpevole di abusi su un ragazzino in un campo di calcio a Macclesfield nel 1980.

Aggiungi un commento