Malviventi tentano di compiere un furto a casa di Di Pietro

Attimi di terrore a casa di Antonio Di Pietro: due malviventi di etnia rom tentato il furto nella sua villa di Bergamo. Durante la fuga, la sparatoria dei militari

È accaduto alle porte di  Bergamo, precisamente nel quartiere Marigolda di Curno. Sono stati attimi di paura per l’ex parlamentare, Antonio Di Pietro: due malviventi hanno cercato di fare irruzione nella sua villa di Curno.

Di Pietro: l’incubo dei ladri

L’inizio della vicenda è stato così, riportando quanto testimoniato dalla vicina di casa dell’ex parlamentare. La donna di fatto, insospettita dal frastuono di un auto che stava cercando di abbattere il muretto della villa di Antonio Di Pietro, attuale presidente di Pedemontana, ha allarmato  immediatamente i carabinieri. La tempestiva chiamata ha permessi agli agenti di giungere sul luogo prima che i ladri potessero fare irruzione nell’abitazione.


La fuga e la sparatoria

Dopo aver scorto l’auto dei carabinieri, i due ladri si son dati subito alla fuga. I militari però, vedendoli scappare, si sono messi subito alla caccia dei malviventi con uno sfrenato inseguimento in macchina. Uno dei due, un 18enne italiano di etnia rom, non riuscendo a fuggire ha deciso di barricarsi nella casa dell’ex magistrato. Quest’ultimo è stato arrestato senza troppe difficoltà, al contrario invece di quanto ha avuto in sorte il suo complice.

A bordo di una Golf bianca targata Svizzera e certamente rubata, il malvivente si è dato ad una fuga a folle velocità. Sono state tante le occasioni in cui l’uomo ha speronato la pattuglia, portando i militari ad esplodere anche diversi colpi in aria, senza però ferire nessuno. Giunto nei pressi del fiume Brembo, l’uomo è riuscito nel suo intento di scappare dileguandosi nella flora. Come emerge dalle indagini, anche il secondo malvivente sarebbe di etnia rom ed anche lui risulterebbe residente a Dalmine, sempre nel Bergamasco.

Fortunatamente si rinviene come tanto Antonio Di Pietro quanto la sua famiglia non fossero in casa in queste terribili ore di scompiglio.

Aggiungi un commento