Muore di meningite a 14 mesi: la foto shock pubblicata dalla madre

Una mamma pubblica la scioccante foto del suo piccolo di 14 mesi, ancora intubato, deceduto per una meningite. Alle spalle, una svista medica terribile

Mentre in Italia è sempre più allarme meningite, oltreoceano giunge una foto toccante volta proprio a sensibilizzare l”opinione pubblica. Nello scatto un piccolo bimbo di 14 mesi, morto sebbene sia ancora attaccato ai macchinari, stroncato proprio da una meningite. Dietro al decesso, l’ombra delle cure inconsistenti.

Meningite: muore a soli 14 mesi

Sebbene siano trascorsi 4 anni dallo scatto, la fotografia è straziante ed ha una valenza immane, ben al di là dello sconforto che può creare. Il volto del piccolo Cayden ad oggi è il simbolo di un fallimento: un volto che si prefigge di ricordare una morta che poteva, forse, non avere luogo. La storia si può riprendere dal chiaro racconto – ricordo della madre del piccolo: “Lo stavo guardando mentre si trovava sul letto.. Lui era senza vita, io ho capito che qualcosa non andava“.


Le cure al di sotto degli standard

Una morte che silenziosamente urla e sfoga una rabbia per quella che potrebbe essere stata una grave negligenza medica. Il sentore che qualcosa non stesse ricevendo la meritata attenzione Gaynor McConnell, la madre di Cayden, l’ha avuto fin da subito: “Solo poche settimane prima – racconta – Mio figlio era felice e sorridente“. Dalla nascita al piccolo era stata diagnosticata la spina bifida, una conosciuta malformazione neonatale che consiste nella chiusura incompleta di una o più vertebre con conseguente malformazione del midollo spinale.

La malformazione tuttavia non era mai stata un ostacolo. Come si evince dalle parole della madre, il problema è da rintracciare altrove: “Con la spina bifida si può condurre una vita normale, ma Cayden ha avuto un tumore non diagnosticato“. Sempre la mamma: “Mi sono fidata dei medici, ho pensato che sapevano meglio di me come stavano le cose – spiega rammaricata – Ma tutto nel mio istinto mi ha detto che c’era qualcosa di seriamente sbagliato“.

La foto shock

Sempre malato, sempre cagionevole, il piccolo Cayden nei suoi scarsi 14 mesi di vita ha saputo combattere come un guerriero. Una lotta per il quale non era pronto e forse non aveva le armi giuste per affrontarla: come si evince dal racconto della madre infatti, quel tumore trascurato avrebbe inciso in maniera fondante sul suo prematuro decesso. “Solo a quattro mesi, quando ha contratto per la prima volta la meningite – spiega la madre – Si sono resi conto del grumo che aveva sulla schiena”.

Purtroppo però quell’accertamento arrivò troppo tardi e ad oggi la Cambridge University Hospital ammette il trattamento ben al di sotto degli standard previsti. Per Cayden non c’è stato nulla da fare ma ora il suo volto continua a vivere in quella foto, simbolo evidente di una mera campagna di sensibilizzazione sulla meningite.

 

Aggiungi un commento