Romina difende Albano: "Eliminazione ingiusta"

La Power commenta la classifica sanremese ed interviene schierandosi dalla parte dell'ex marito

Si scaglia contro le giurie di Sanremo, Romina Power, che spezza la sua lancia in favore dei grandi big esclusi dalla finale. L’eliminazione di Ron, D’Alessio ed Albano ha fatto molto discutere la domenica successiva al Festival. Romina prende le parti dell’ex marito e di tutti i campioni che non meritavano di essere tagliati fuori dall’ esibizione di sabato.

Giurie sbilanciate

Romina si esprime contro la giuria di qualità. La stessa giuria che ad un passo dalla finale, ha stroncato al corsa di 3 dei nomi più illustri che hanno preso parte alla kermesse sanremese di quest’anno. Una frecciatina che arriva anche a Conti, dal momento che quella giuria di esperti è stata assemblata proprio dal direttore artistico.

Così la Power riprende il discorso, lì dove lo aveva lasciato D’Alessio. Quest’ ultimo nella polemica after-festival, aveva sottolineato l’inadeguatezza di alcuni “giudicanti”. La giuria in questione, quest’anno, ha visto assoldati tra le sue fila i nomi più disparati. Una squadra composta da Giorgio Moroder, Rita Pavone, Linus, Violante Placido, Paolo Genovese, Giorgia Surina, Andrea Morricone, Greta Menchi.


“È come se avessero usato i Big per fare audience e poi, quando non sono serviti più, hanno mandato avanti i giovani. Le giurie non erano equilibrate e non erano specializzate come invece dovevano essere” ha detto Romina.

La risposta di Conti

La risposta di Carlo Conti, padrone di casa, non è tardata. Il direttore artistico coglie l’occasione della polemica portata avanti da Romina, e ne approfitta per motivare le sue scelte.

Una delle cose più complicate a Sanremo è la composizione della giuria di esperti. Anche i direttori d’orchestra hanno legami con alcuni artisti e ci sono delle radio che hanno dei vincoli discografici e di etichette. Io ho cercato di mettere equilibrio e un tocco di modernità. Greta Menchi ha portato un’altra visione. Ma quando metti in giuria Rita Pavone, Moroder, Andrea Morricone, Paolo Genovese credo che si vada a controbilanciare. Sarebbe stato grave se per tutelare alcuni miei amici avessi fatto una giuria completamente sbilanciata“.

Aggiungi un commento