Basta saper aspettare?

Editoriale - Viviamo senza istruzioni, con regole scritte da qualcuno che non siamo noi. I grandi amori, quelli vissuti con l’istinto, con il cuore e con la testa, finiscono veramente?

Ci fanno crescere con le favole, in attesa da grandi del principe azzurro e del grande amore che ci salverà dalle nostre vite, forse troppo banali, o forse semplicemente troppo normali.

E poi succede che qualcosa non viene proprio come in una fiaba. Già, perché nelle novelle e nei film si racconta solo l’inizio di un grande amore, non gli anni tra quotidianità e incertezze emotive.

Viviamo senza istruzioni, con regole scritte da qualcuno che non siamo noi. Ma i grandi amori, quelli vissuti con l’istinto, con il cuore e con la testa, finiscono veramente?

Del Piero, dopo il doloroso addio a quella che per lui è stata una “famiglia”, potrebbe ritornare alla Juve, proprio al posto di colui che avrebbe voluto mandarlo via: Andrea Agnelli. Il Presidente è stato additato e spesso contestato per aver cacciato proprio quello che per i tifosi era l’essenza pura della juventinità, quello che ha accompagnato la squadra in momenti difficili. Quello al quale non è stato rinnovato il contratto, forse perché scomodo, forse perché oscurava la luce di chi doveva essere l’uomo più importante per tradizione.


Brad Pitt, dopo aver lasciato sua prima moglie per l’avvenenza di una nuova fiamma e dopo il dolore raccontato per anni della bella Jennifer, adesso, nuovamente solo, cerca da amici il numero di telefono della Aniston e le scrive sms. E non solo per gli auguri di compleanno. Proprio adesso che lei è sposata con un altro.

Raz Degan dall’Isola dei Famosi guarda la sua ex compagna di vita, Paola Barale, come ogni donna vorrebbe essere guardata almeno una volta nella vita.

I traditi, gli abbandonati, ora hanno il riscatto. E non c’è orgoglio, non c’è vendetta, ma solo il ricordo di tanto amore e forse qualche rammarico per non aver creduto e lottato fino in fondo per quello che all’inizio era un amore perfetto. E spesso ci si chiede come sia stato possibile arrivare a quel punto, al momento in cui non c’è più dialogo, si spegne la voglia di lottare e ci si dimentica del sogno che c’era una volta (proprio come all’inizio delle favole).

È arrivato il momento della riscossa a tanto dolore?

Ci siamo affezionati tutti a coppie “storiche” di personaggi più o meno noti, ci fanno sperare che i grandi amori non finiscano mai e che prima o poi tutto torni, basta saper aspettare.

La beffa è che spesso torna quando non ci interessa più o quando, dopo tanta fatica, siamo riusciti a rifarci una vita, magari con meno spensieratezza e leggerezza; una vita più consapevole, forse più adulta, senza l’illusione che il “per sempre” esista davvero.

Ma forse fa bene al cuore pensare che se viviamo intensamente nulla può cambiare. I sentimenti restano, per noi come per chi ci ha accompagnato.

E allora non resta che crederci ancora una volta.

Aggiungi un commento