Meteo: arriva la primavera, ma le piogge sono dietro l'angolo

L'alta pressione minacciata da turbolenze in direttiva d'arrivo per la fine del mese di marzo

Marzo instabile: anche questo 2017 una conferma della regola. Considerato che la primavera ha fatto il suo ingresso ufficiale ieri, 20 marzo, non ci si stupisce di fronte alle persistenze dell’anticiclone sullo Stivale. Ma pare che le piogge siano prossime ad arrivare. Nubi e correnti ballerine si apprestano a ricoprire l’Italia per la fine del mese.

Incursioni fredde

Il clima mite ed asciutto delle ultime settimane, dunque, subirà una lieve inflessione. A causare il cambio di rotta alcune correnti fredde ed annuvolamenti, che a partire da oggi porteranno piogge e umidità sul Lazio e Toscana. Le irregolarità, che giungeranno dal Nord Est, saranno dettate dall’accumulo di nubi che si estenderanno poi su tutto il resto del territorio.

Gli addensamenti interesseranno la catena appenninica centrale, quindi le regioni campane e cosentine. Mentre al Nord si avranno deboli fenomeni piovosi. Ma già a partire da mercoledì le precipitazioni si faranno più intense, risparmiando pianure venete e romagnole. Piogge forti su Piemonte e Lombardia con neve sulle Alpi a partire da 1700 m. Le nevicate scenderanno a 1500 m nella giornata di giovedì. Mentre il maltempo persisterà su tutto il versante Nord Ovest di Italia.


Fine mese

Il calo termico, determinato dall’ingresso delle correnti fredde da Nord Est, sarà indice di piogge sparse, a partire dalla prossima settimana. Questa volta però le precipitazioni interesseranno il versante adriatico e le regioni meridionali. 

A partire dal 28 marzo, promette di stabilirsi sulla penisola nuovamente l’alta pressione. Torneranno sole con temperature miti e gradevoli, tipiche della primavera. Il rialzo interesserà quasi tutti le regioni d’Italia, salvo qualche caso isolato a Sud. Tuttavia, echi di questa instabilità di fine marzo, potrebbero tornare nella prima decade di aprile.

Aggiungi un commento