Maltempo sull'Italia, la Protezione Civile lancia l'allerta

La perturbazione atlantica giunta sullo Stivale si intensificherà al Centro-Sud, ma in generale le più colpite saranno le regioni tirreniche

Emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che fa scattare l’allarme criticità idrologica. Alcune zone del Paese, infatti, saranno interessate da pesanti rovesci e abbondanti temporali. Per questo la Protezione Civile ha ritenuto opportuno pianificare una serie di misure precauzionali. Stando a quanto dichiarato dal Dipartimento, le zone più a rischio sono quelle occidentali.

La perturbazione atlantica

La perturbazione atlantica ha fatto il suo ingresso in Italia, domenica 2 aprile. La massa di aria fredda e l’addensamento progressivo delle nubi, hanno determinato un peggioramento delle condizioni meteo proprio nel fine settimana. 

Da quest’inizio settimana, invece, il fenomeno proveniente dal Nord- Est assumerà un carattere più deciso. Temporali previsti su tutta la costa tirrenica. La segnalazione interessa la fascia settentrionale, che interesserà Piemonte e Liguria, ma anche le isole maggiori, specie la Sardegna. Per il resto del versante occidentale, per oggi, resterà soleggiato. Nella nottata, però, le precipitazioni si sposteranno nella zona centromeridionale, interessando Molise e Puglia. Entro domani, poi, saranno coinvolte anche Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia. I rovesci saranno determinati da una certa intensità e accompagnati da una dinamica attività elettrica, e da forti raffiche di vento. 


L’avviso della Protezione Civile

Intanto la Protezione Civile si prepara ad affrontare la minaccia di una criticità idrologica e idraulica in alcune regioni, dove le piogge promettono di essere particolarmente abbondanti. Sulla base dei fenomeni previsti, infatti, è stata già dichiarata l’allerta arancione in Calabria.

Ci si limita al momento, invece, a segnalare allerta gialla in altre zone quali Sicilia, Basilicata, Puglia, Campania tirrenica, Molise e Abruzzo. Ad ogni modo gli esperti fanno presente che l’allerta verrà aggiornata costantemente, man mano che si aggiorna il quadro a seconda dell’evolversi dei fenomeni.

Aggiungi un commento