Cristiano Ronaldo nella bufera: avrebbe pagato una ragazza dopo averla stuprata

Cristiano Ronaldo finisce sotto accusa. Il tedesco Der Spiegel sostiene che il calciatore avrebbe pagato una giovane per comprare il suo silenzio, dopo averla stuprata.

Guai in vista per Cristiano Ronaldo. Il campione del Portogallo e del Real Madrid è finito infatti al centro di una terribile bufera. Secondo quanto rivelato dalla testata tedesca Der Spiegel, il calciatore avrebbe comprato il silenzio di una ragazza dopo aver abusato di lei. Il settimanale parla di una cifra stellare di ben 375mila dollari, che Ronaldo avrebbe impiegato per dissuadere la giovane dal denunciarlo per stupro. Una notizia divulgata da tutte le testate parte del gruppo “European Investigative Collaborations” – di cui, afferma ANSA, è parte anche l’Espresso – sulla base delle indiscrezioni e dei documenti raccolti da Football Leaks.

Il presunto stupro e l’accordo successivo

Secondo quanto ricostruito dalla testata tedesca, si tratterebbe di una vicenda accaduta nel corso di una vacanza del calciatore a Las Vegas, nel 2009. In particolare, il 13 Giugno di quello stesso anno, Ronaldo avrebbe stuprato una giovane allora 25enne all’interno di una stanza d’albergo. L’anno successivo, il 12 Gennaio 2010, il calciatore del Real Madrid l’avrebbe poi convinta a non denunciarlo corrispondendole una cifra stellare. Ronaldo e la giovane – la cui identità resta ancora sconosciuta – si sarebbero incontrati alla presenza di un mediatore dello Stato del Nevada. 375mila dollari sarebbero così valsi il silenzio della donna, che avrebbe accettato non solo di rinunciare a denunciare il calciatore, ma altresì di fornire i nomi di tutte le persone a conoscenza della vicenda e distruggere qualsiasi prova potesse inchiodare Ronaldo.


Le prove a supporto dello stupro

Certo, nella vicenda, sarebbe quanto meno lo stupro subito dalla ragazza. A provarlo sarebbero  non soltanto gli esami clinici ai quali si è sottoposta la giovane dopo l’accaduto, ma anche una lettera scritta dalla stessa e indirizzata a Ronaldo, in cui descrive nei particolari le violenze subite. Esiste inoltre una registrazione in possesso della polizia: una lunga denuncia in cui tuttavia la ragazza non pronuncia mai il nome del calciatore. Si è espresso sulla questione l’avvocato tedesco di Ronaldo, che ha dapprima invitato la testata a non raccontare “la vicenda complessiva ed ha poi affermato: “Le accuse sottintese dalle vostre domande devono essere respinte con la massima forza in quanto sbagliate”.

La replica di Cristiano Ronaldo

Ed arrivano, intanto, tramite comunicato stampa anche le parole di Cristiano Ronaldo. Il calciatore respinge con forza qualsiasi accusa: “Questo articolo non è nient’altro che finzione giornalistica. La presunta vittima si rifiuta di farsi avanti e confermare la veridicità delle accuse – afferma il comunicato – Le accuse riportata da Der Spiegel sono false e Cristiano Ronaldo farà tutto ciò che è in suo potere per reagire. Un’accusa di stupro è disgustosa e oltraggiosa e lui non permetterà che la sua reputazione venga infangata”.

Aggiungi un commento