Allegri al Sud, depressi al Nord: quando l'umore diventa una questione geografica

Più si sale verso Nord, più si soffre di depressione: è quanto rivelato da un recente studio che ha messo in risalto le differenze tra Nord e Sud Italia dal punto di vista delle felicità

La felicità è una questione geografica? A quanto pare sì. In base ad un recente studio incrociato svolto dalla Fondazione Brf sulle ricerche in neuroscienze tra ottobre 2016 e marzo 2017, infatti, gli italiani che vivono al Sud Italia sono più felici, o comunque meno depressi, dei connazionali che vivono al Nord Italia.

Studio condotto su 1.800 persone

La ricerca, coordinata da Donatella Marazziti, docente di psichiatria a Pisa, e dal sociologo della salute Mario Campanella, è stata svolta su 1.800 persone tra i 18 e i 70 anni di età delle seguenti città: Udine, Mantova, Piacenza, Perugia, Lucca, Ancona, Campobasso, Salerno, Foggia, Siracusa, Cosenza e Cagliari. Un vero e proprio studio dello stato di depressione che invade lo Stivale, e i risultati della ricerca hanno registrato nelle diverse città italiane una media della depressione in senso clinico pari al 9,8%. Una media abbastanza alta, che presenta inoltre delle sostanziali differenze tra Nord e Sud: mentre Udine e Mantova sono le città con il maggior numero di depressi, con una percentuale di depressione pari al 14,3% e al 14,1%; Cosenza e Cagliari, al contrario, sono le città italiane meno colpite dalla depressione, rispettivamente 6,7% e 7,2%.

Il segreto della felicità al Sud Italia

Dati importanti, quelli forniti dalla ricerca, che dimostrano come non sia un caso se il numero di persone depresse è molto più  alto al Nord, mentre man mano che si scende al Sud il numero di depressi si dimezza. Ma perché al Sud le persone sono meno depresse che al Nord? Mettendo da parte i luoghi comuni, la risposta è semplice. Come spiegato da Marazziti e Campanella, i cittadini del Sud Italia sono baciati tutto l’anno dal sole, ma soprattutto vivono in un contesto culturale e sociale diverso, “orientato alla solidarietà”.

D’altronde la depressione è uno dei più diffusi problemi del nostro tempo e se volete sapere quali sono le città più depresse d’Italia, ecco la lista delle città italiane, oggetto di studio, con le relative percentuali: Udine (14,3% di depressi), Mantova (14,1%), Piacenza (12,7%), Ancona (11,4%), Lucca (10,4%), Campobasso (10,2%), Perugia (9,4%), Salerno (8,7%), Siracusa (8,1%), Foggia (7,8%), Cagliari (7,2 %), Cosenza (6,7%).

Aggiungi un commento