Bella's Bumbo: la sedia a rotelle fai da te per i bambini disabili

Una coppia americana, ispirata dalla nipotina malata di spina bifida, ha cominciato a costruire sedie a rotelle per bambini. Ottenendo un grande seguito web

Bella ha 2 anni ed è la terza figlia di Jeffrey e Sonya Shorr. Nata con la spina bifida, è paralizzata dalla zona lombare in giù. È anche l’ispirazione dietro a un progetto che potrà permettere a molti bambini nel mondo di ricevere una sedia a rotelle a bassissimo costo: Bella’s Bumba, costruita con un seggiolino e delle ruote di un passeggino.

Che cos’è la spina bifida

È una malformazione congenita della colonna vertebrale dovuta alla mancata saldatura degli archi vertebrali. In pratica, il midollo e i nervi sono esposti. Nella maggior parte dei casi – il 60% – colpisce la zona lombare. La malformazione della stessa Bella, infatti, si trova nella parte inferiore della schiena. Generalmente i bambini nati con spina bifida subiscono un intervento chirurgico entro i primi giorni di vita. Correggere il difetto e chiudere l’apertura è necessario per proteggere i nervi sottostanti e prevenire danni al tessuto della schiena.


Non è raro, inoltre, che i bambini nati con questa malformazione soffrano anche di eccesso di liquido cerebrospinale nel cervello, che, se non trattato, può portare a gravi conseguenze. Bella non è un’eccezione. I medici hanno quindi inserito un sistema di drenaggio che le parte dal cranio e finisce nello stomaco, in modo che il corpo possa riassorbire il liquido.

Le complicazioni della malattia

I bambini che hanno subìto l’intervento per chiudere la colonna vertebrale hanno i nervi danneggiati, quindi una sensibilità molto limitata fin da sotto la malformazione. Bella infatti non può muovere le gambe, ma nei suoi primi anni di vita questo non l’ha certo fermata. Quando ha cominciato a gattonare si muoveva trascinandosi le gambe dietro di sé, strisciando sul pavimento. Quella che può essere una soluzione per spostarsi negli spazi chiusi, però, non è l’ideale per gli esterni.

Per la famiglia comprare una sedia a rotelle era fuori questione: le fabbricano solo per i bambini dai 2 anni in poi e sono molto costose. L’assicurazione, inoltre, copre le spese nel caso di una carrozzina che duri per parecchi anni. La crescita di Bella avrebbe richiesto di comprarne una all’anno.

La sedia a rotelle fai da te

Gli zii di Bella, Rebecca Orr e Marty Parzynski, fin dalla nascita della bambina si sono preoccupati per la sua incapacità di muoversi. “Era prigioniera del suo corpo” ha detto Marty. Così, quando hanno trovato su internet un tutorial su come costruire una sedia a rotelle, Marty si è messo all’opera. Usando un seggiolino e delle ruote di un passeggino ha costruito il mezzo perfetto per la nipote. E per meno di 150 dollari.

Bella non ha avuto difficoltà ad imparare ad usarlo, e in poco tempo era già in grado di uscire con i fratelli e rincorrerli mentre loro usavano la bici. Non e più costretta a stare ferma, o essere presa in braccio per spostarsi da una parte all’altra. Inoltre l’uso della sedia a rotelle ha rafforzato i muscoli dei suoi arti superiori. Questo le permetterà, molto presto, di poter usare un girello.

Il successo web

Vedendo l’autonomia raggiunta dalla bimba gli zii hanno contattato delle pagine Facebook per genitori di bambini nati con spina bifida, pubblicando le foto prova del loro successo. Poi hanno deciso di creare una pagina a parte, chiamata Bella’s Bumba, per mettere disposizione di altre famiglie bisognose una sedia a rotelle a basso costo. Da allora hanno cominciato a ricevere ordinazioni da tutto il mondo.

Quando la voce ha iniziato a girare hanno cominciato a ricevere in donazione seggiolini e ruote. Questo gli ha permesso di poter fornire gratis le carrozzine, facendo pagare solo le spese di spedizione. Per la famiglia Shurr questo è la prova di come possa nascere qualcosa di incredibile anche dalle avversità.

Aggiungi un commento