Gianna Nannini lontana dall'Italia: "Mia figlia Penelope cresce senza preconcetti"

Gianna Nannini ha scelto di portare la figlia Penelope lontana dall'Italia e ha scelto Londra come luogo in cui vivere "senza preconcetti" che ci sono qui

Gianna Nannini ha avuto nel 2010 la figlia Penelope, la sua decisione fece molto discutere e le critiche alla fine portarono la cantante ad abbandonare l’Italia. Ora spiega come mai vive a Londra, città che ritiene migliore per crescere la figlia.

Le critiche per la sua scelta

Contro di lei l’opinione pubblica: utero in affitto e i suoi 56 anni la resero un bersaglio quando decise di avere una figlia. Gianna Nannini aveva parlato in precedenza del clima difficile che si respirava in Italia nei suoi confronti. “Mi hanno fatta a pezzi. Non solo perché avevo deciso di fare una figlia per conto mio, ma anche per l’età che avevo. L’ageismo è un’altra forma di razzismo, peggio dell’omofobia. Penalizzare, insultare, discriminare una donna per la sua età è inaccettabile” aveva rivelato. Dietro la sua decisione un grande amore per i bambini: “Ho sempre desiderato fare la mamma, amo i bambini e amo la vita“.


Il trasferimento a Londra

Poi la decisione: meglio crescere la piccola Penelope fuori dall’Italia, dove la bambina non si sentirà bersaglio di critiche. Ha discusso della sua scelta in un’intervista al Corriere della Sera: “Londra è tutto il mondo, tutti i colori diversi che stanno assieme, ma gli inglesi sono sempre stati “brexit”. Ho scelto di vivere qui perché così mia figlia Penelope cresce senza preconcetti. Ho pensato di darle garanzie e rispetto. Allora da noi non c’erano nemmeno le unioni civili, figuriamoci la stepchild adoption“.

Il desiderio di Penelope

In un’intervista a Vanity Fair aveva spiegato: “Se ami la vita, devi trasmetterla. Mettendola al mondo è come se avessi seminato un giardino: ci ho provato e riprovato, e quando avevo perso ogni speranza, lei è arrivata. Ho pianto due giorni, prima di dire ‘Finalmente ci siamo’. Ero invasa di emozione. E di commozione“. Queste le parole piene d’amore dedicate alla sua bambina.

Aggiungi un commento