Chris Cornell: scomparso a 52 anni il frontman dei Soundgarden e Audioslave

Chris Cornell, profeta del grunge e idolo del rock, è scomparso a 52 anni a Detroit. A darne la notizia il suo agente. La morte è "improvvisa e inaspettata"

Il musicista e cantante Chris Cornell è scomparso a Detroit mercoledì notte, a soli 52 anni. Cornell, uno degli artisti che ha fatto la storia del rock è morto per cause che non sono ancora state rese note. A darne la notizia il suo agente, Brian Bumbery, che ha comunicato all’Associated Press della morte “improvvisa e inaspettata” dell’artista. La famiglia è sotto shock e ha chiesto che la sua privacy venga rispettata mentre i medici accertano le cause della morte del cantante.

Chris Cornell: un idolo del rock

Cornell è stato una delle colonne portanti del grunge: profeta di quel movimento che da Seattle, di cui era originario, ha cambiato negli anni Novanta la musica in tutto il mondo. Come frontman dei Soundgarden ha segnano tappe importanti. Il suo è stato il primo gruppo grunge ad aver un contratto discografico con una major, nel 1988, e da lì è arrivato al successo planetario. Un apripista fondamentale per le altre perle del grunge: i Nirvana di Kurt Cobain e gli Alice In Chains. Dopo una gloriosa parentesi con gli Audioslave, è tornato con i Soundgarden con il quale si era esibito a Detroit la sera prima.


Aggiungi un commento