Flavia Pennetta e Fabio Fognini sono diventati genitori: è arrivato Federico

Flavia Pennetta e Fabio Fognini hanno annunciato la nascita del figlio Federico. La coppia d'oro del tennis festeggia la notizia sui social

Grande gioia per la coppia d’oro del tennis: Flavia Pennetta e Fabio Fognini sono diventati genitori ieri sera. La felicità dei neo mamma e papà è stata condivisa via social, con un tweet in cui si annunciava la nascita di Federico.

Flavia Pennetta e Fabio Fognini diventano genitori

A un anno dal matrimonio giunge la notizia della nascita di Federico, primogenito della coppia. “Fabio ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico“, scrive Pennetta su Twitter da Barcellona, dove il piccolo è nato. Poco dopo anche il neo papà ha fatto eco all’annuncio: “Flavia ed io siamo felici di condividere con voi la nascita di nostro figlio Federico. La mamma e il bebè stanno bene“. Moltissimi i messaggi di congratulazione ai tennisti, che sono al settimo cielo.


Il desiderio di avere un figlio

Flavia Pennetta e Fabio Fognini da tempo desideravano diventare genitori. La tennista 35enne però voleva assolutamente che ciò avvenisse dopo il matrimonio. “Mia nonna non potrebbe mai accettare una mia gravidanza prima delle nozze. Lo so, è all’antica, ma questo è il bello della vita. Chi è cresciuto con certi valori, pur appartenendo a generazioni diverse, crede ancora in queste cose. Perciò le rispondo: ‘Nonna stai tranquilla. Lo saprai da me e non dai giornali e succederà sicuramente dopo le nozze. Come vuoi tu’“, ha spiegato Pennetta. 

La storia d’amore tennistica

Così è stato: Pennetta e Fognini si sono sposati nel giugno 2016 a Ostuni, con un matrimonio molto “glamour”, tennisticamente parlando, con 200 invitati dagli indubbi meriti sportivi. Fognini ha raggiunto la moglie in Spagna dopo essere stato eliminato dagli ottavi di finale dell’Internazionali di tennis a Roma. Il tennista aveva postato ai suoi fan un eloquente messaggio: “Ora vado a vincere il mio torneo più grande“. E ancora una volta i campioni non hanno deluso.

Aggiungi un commento