Il ritorno dell'anticiclone Hannibal: in arrivo ondata di caldo sull'Italia

Meteo - In gran parte della penisola le temperature toccheranno i 30°: non è escluso l'insorgere di qualche temporale pomeridiano

Siamo ormai arrivati alla fine di maggio e sono in tanti ad avere ormai la testa all’estate ormai prossima. Molti non vedono l’ora di trascorrere parte delle proprie giornate al sole senza troppi pensieri. Il meteo, finora, ha reso però difficile poter realizzare questo desiderio. Per i “caldofili” il momento sembra essere finalmente arrivato: in questa nuova settimana, come indicato dagli esperti di Ilmeteo.it, le temperature sono infatti destinate ad alzarsi in modo vertiginoso. Una situazione resa possibile dal ritorno dell’ormai noto anticiclone Hannibal.

Ecco il caldo tanto atteso

È iniziato ufficialmente il conto alla rovescia per l’inizio dell’estate meteorologica, previsto per il prossimo 1° giugno. Dopo una primavera caratterizzata, soprattutto al Nord, da un’elevata quantità di pioggia e giornate più fredde del previsto sono in tanti ad attendere con ansia l’estate. Al momento è ancora difficile fare una previsione a lunga scadenza piuttosto precisa, ma possiamo avere un’idea certamente più attendibile di cosa ci aspetti a breve termine. In questa nuova settimana, infatti, arriverà nuovamente l’anticiclone Hannibal, che porterà giornate più calde in gran parte del Bel Paese. L’alta pressione accompagnerà tutta la penisola, senza particolari distinzioni tra le varie regioni. Avremo così la possibilità di assaporare la prima ondata di caldo di quest’estate.


Il primo anticipo d’estate del 2017

Dopo il primo assaggio avvenuto a inizio mese, che aveva però riguardato soprattutto le regioni del Centro e del Sud, anche nel resto della Penisola le temperature sono destinate a crescere. Il clima sarà quindi quasi estivo praticamente in tutto il territorio. L’aria calda di Hannibal porterà i valori diurni fino a 30/31° al Nord. Scendendo via via lungo lo stivale ci si avvicinerà ai 30°. Situazione leggermente più fresca invece al Sud a causa dell’arrivo di una corrente proveniente dall’Oriente. Non si può escludere comunque l’imperversarsi di alcune precipitazioni, soprattutto sotto forma di temporali pomeridiani, sui rilievi del Triveneto e lungo gli Appennini. Soltanto da venerdì 26 potrebbe esserci un peggioramento, comunque piuttosto moderato, al Nordest.

Aggiungi un commento