Londra: arrivata la rivendicazione dell'Isis

L'annuncio è arrivato dall'ordine di comuniazione dell'Isis, Amaq. Il califfato rivendica l'attentato di Londra

L’Isis ha rivendicato l’attentato a Londra della scorsa notte. La notizia è diventata ufficiale con la pubblicazione sui profile di Amaq, l’ordine di comunicazione ufficiale del califatto. Il post è stato confermato da Rita Katz, direttrice del Site, su Twitter.

L’ennesima notte di terrore ad opera dell’Isis

Ora non ci sono più dubbi: il califatto ha firmato l’attentato di Londra della scorsa notte. Nel post, ritwettato dalla direttrice del Site, si legge il giubilo dell’azione e la rivendicazione “ufficiale” dell’accaduto. Poche ore dopo la tragica vicenda, gli organi si stampa jihadista avevano postato il loro giubilo e la promessa di rifare ancora atti simili. Il bilancio della strage, compiuta da almeno tre persone armate di coltello, è di 7 morti e 48 feriti. Ancora una volta, come poco tempo fa a Westminster, è stato usato come “ariete” un mezzo su gomma. Rimane alto lo stato di allerta nel Regno Unito mentre cominciano a farsi strada i primi eroi di questa tragedia.


Se non avete armi, usate i coltelli” Isis dà istuzioni per i lupi solitari

Dopo che, la scorsa notte, un furgoncino si è schiantato sulla folla falciando e ferendo almeno 20 persone, ora l’Isis rivendica l’attentato. Successivamente alla corsa sul marciapiede, il conducente e altri due uomini, sono scesi ed hanno cominciato a colpire i passanti e le persone nei vicini locali con i coltelli, uccidendo 7 persone e ferendone almeno altri 20. Uno degli aggressori, ucciso sul colpo, sembrava indossare una cintura esplosiva che, fortunatamente si è rivelata un falso. Le autorità inglesi continuano ad investigare ma la paura rimane alta. Non è ancora stato rivelato il nome dei tre terroristi a scopo “precauzionale”, in modo da favorire gli investigatori nella ricerca di tutti i membri della cellula londinese di Al Quaeda. Il califatto aveva da poco incitato i fedeli dell’Islam di scagliarsi contro gli infedeli occidentali con qualunque cosa, non per forza armi.

Aggiungi un commento