91enne ruba profumo ma i poliziotti pagano per lei il conto

"La mia pensione è troppo bassa", così un'anziana signora ha tentato di rubare un profumo in un grande magazzino. Ma gli agenti di polizia hanno deciso di pagare al suo posto

Anziana beccata dagli agenti di polizia dopo aver tentato di rubare un profumo. Accade a Roma, in un grande magazzino alla Balduina, dove un’anziana signora è stata beccata sul fatto dopo aver cercato di nascondere un profumo per non pagarlo. La donna ha infatti preso il prodotto dallo scaffale ma, resasi ben preso conto di non poterlo pagare, ha deciso di tentare la fuga dal negozio senza tuttavia passare dalla cassa. Così lo ha nascosto, nella speranza di riuscire a portare a termine il suo piano passando del tutto inosservata. Ma, all’uscita, gli addetti anti taccheggio si sono accorti di lei.

Costretta a rubare dalle grandi difficoltà economiche

Così gli impiegati del grande magazzino hanno provveduto ad avvertire le autorità. Allertati per un tentativo di furto, mai gli agenti di polizia avrebbero pensato di trovarsi di fronte ad una tale insolita “ladra”. Una volta giunti nel negozio, i poliziotti hanno infatti compreso che il tentato furto era stato perpetrato da un’anziana signora di 91 anni. La donna ha subito spiegato agli agenti il motivo che l’ha spinta a rubare quel profumo, riferendo agli stessi le enormi difficoltà economiche con cui è costretta a convivere: “Con la mia pensione riesco a malapena a tirare avanti – ha detto hai poliziotti – non posso a pagare il conto“.

Gli agenti di polizia pagano il conto per lei

Gli agenti di polizia hanno immediatamente compreso le ragioni dell’anziana. Così, dopo aver parlato con il responsabile del grande magazzino, hanno deciso di essere loro a saldare per lei il conto. Il gesto degli agenti ha evitato spiacevoli conseguenze alla 91enne: il dirigente del negozio ha infatti deciso di non sporgere denuncia nei confronti della donna, accettando che la situazione si risolvesse con il pagamento da parte dei poliziotti. Gli agenti hanno così provveduto a riaccompagnare l’anziana a casa.

Aggiungi un commento