Abbandona le figlie in macchina per raggiungere l'amico 16enne

Le ha abbandonate volontariamente in macchina per oltre 15 ore. Al suo ritorno, per Brynn ed Addyson non c'è stato più nulla da fare

È ancora aperto il dibattito sull’ultimo recente caso di cronaca che ha infiammato l’etica e la morale degli italiani ma già un altro caso, simile nella tragicità, è affiorato. Dopo la triste vicenda che ha visto morire una piccola bimba di un anno, dimenticata dalla madre in macchina ad Arezzo, una simile sorte è toccata a due bimbe del Texas.

Texas: abbandonale figlie in auto per raggiungere gli amici

Questa volta per approfondire meglio la notizia bisogna oltrepassare i confini italiani e giungere oltreoceano, in Texas. È da lì che giunge la tristissima notizia che vede nell’occhio del ciclone una giovane madre rea d’aver volontariamente abbandonato ed ucciso le sue due piccole figlie.


Ha solamente 19 anni la giovane ragazza, mamma di due figlie di 1 e 2 anni, Brynn ed Addyson. Secondo quanto riporta lo sceriffo della contea, la situazione è delle peggiori: “Questo è di gran lunga il caso più terribile di violenza infantile che io abbia mai visto in 37 anni di lavoro“. Parole forti, pesanti, che descrivono in tutto e per tutto quanto è accaduto.

L’abbandono in auto per oltre 15 ore

Volenterosa di raggiungere un suo amico di 16 anni ed altre coetanee, la giovane mamma ha in tutto ignorato le figlie, vedendole più come un impiccio. Nonostante il loro pianto infatti, la giovane madre le ha volutamente abbandonate in auto lasciandole lì, sole, per oltre 15 ore. Una violenza che non trova parole per essere commentata e che ha un risvolto ancor più orribile. Rimaste lì per tante ore, così piccole ed abbandonate a sé stesse, le due bimbe non ce l’hanno fatta. Assolutamente vano infatti il tentativo della madre, giunto quasi ad un giorno dall’accaduto, di salvarle portandole in ospedale.

Brynn ed Addyson morte dopo il trasferimento in ospedale

Secondo quanto si legge nel comunicato stampa della contea, le piccole sarebbero state esposte a brutale violenza. Le due, si apprende, avrebbero pianto ed urlato tutta la notte, sperando nel ritorno della madre, mai avvenuto. La mamma non si è fatta alcun problema a lasciarle lì, andando contro anche agli stessi amici che in più occasioni l’avrebbero invitata a far ritorno dalle figlie. Ancor più truce quello che emerge però dal rapporto dello sceriffo: dalle testimonianze raccolte emerge che proprio l’amico 16enne della mamma avrebbe lui stesso dormito in macchina accanto alle piccole, ignorandole.

Come purtroppo ci si poteva aspettare, nonostante il trasferimento – tardivo – in ospedale, le piccolo sono morte. Prima di lasciarsi andare alla confessione, la madre avrebbe cercato di omettere tutto. Arrestata, ora la giovane è indagata per abbandono e messa in pericolo di minore sebbene, dopo la morte, è probabile che verrà accusata anche di omicidio colposo.

Aggiungi un commento