Una donna di Lerici da impiegata ad ereditiera grazie ad uno zio americano

Un'impiegata di Lerici, in Liguria è diventata improvvisamente un'ereditiera grazie ad uno zio sconosciuto dall'America, che le ha lasciato la considerevole somma di 11 milioni

Chi non ha mai sognato un’eredità improvvisa che possa risolvere e facilitare i problemi della vita? È successo in Italia, la storia è stata raccontata dal quotidiano La Nazione, e vede coinvolta una 40enne di Lerici, comune che si affaccia sul Golfo della Spezia.

L’ereditiera una donna comune

Un sogno, che per questa donna è diventato realtà. Dopo l’eredità, per motivi di privacy, la signora ha deciso di mantenere l’anonimato, lasciando di libero dominio solo le proprie iniziali che sono C.F. Della ormai famosa ereditiera si sanno dei tratti generici come il fatto che sia single o che ami fare sport.

Ma la cosa che più rende questa vicenda una favola da sogno, è il fatto che si tratta di una donna comune, come potrebbe essere una qualsiasi donna da tutti noi conosciuta o addirittura la signora della porta accanto.  Infatti la 40enne si è sempre mantenuta con il proprio lavoro da impiegata, che fino ad oggi le ha permesso di avere un reddito intorno ai 1500 euro mensili. La fortunata ereditiera ignorava l’esistenza del lontano “zio d’America” che l’ha scelta come unica erede del proprio patrimonio.


Il sogno che diventa realtà

La vicenda ha avuto inizio con l’arrivo di una lettera da parte di un prestigioso studio legale californiano a casa della donna, dove veniva comunicata l’eredità, 12 milioni e mezzo di dollari (11 milioni e 129 mila euro).

Il comunicato proclamava la donna come unica erede dell’uomo morto a Los Angeles nel 2014. Alla consegna della lettera da parte del postino, la signora ha avuto un comprensibile shock, ma dopo la reazione iniziale c’è stato un primo tentativo di gestire autonomamente la situazione, facendo personalmente indagini sulla veridicità della cosa. Dopo i primi passi verso questa direzione, aiutata anche dall’ambasciata americana, la donna ha capito la complessità della situazione ed ha lasciato la pratica ad uno studio legale.

L’avvocato che si occupa della pratica ha verificato le generalità del defunto e si è accertato che l’intera documentazione corrispondesse alla realtà.

Il prossimo passo sarà verso Los Angeles, per portare avanti l’operazione, fino al trasferimento bancario del capitale sul conto dell’ereditiera italiana.

Aggiungi un commento