Incendio di Londra: Gloria dà il suo ultimo addio alla madre per telefono

L'ultima chiamata di Gloria è stata riportata dal legale della famiglia: Gloria Trevisan ha salutato la madre mentre saliva il fumo dell'incendio del grattacielo

Ci sono state numerose vittime nell’incendio della Grenfell Tower di Londra, due sono italiane. Gloria Trevisan, di Camposampietro (Padova), e Marco Gottardi, di San Stino di Livenza (Venezia), sono due giovani studenti italiani che avevano deciso di trasferirsi insieme.

Le ultime notizie sulla coppia italiana sono state date dall’avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrina, la quale ha stabilito un incontro con i media locali nel padovano: “La situazione è delicata, la famiglia è nello strazio ed è molto provata, chiede di essere lasciata in pace, e la sua unica preoccupazione ora è quella di portare a casa i due ragazzi“. Ha proseguito il legale: “A Londra è arrivato il fratello Marco e con l’aiuto dell’ambasciata li sta cercando, ma i soccorritori sono arrivati solo fino al 20esimo piano mentre loro abitavano al 23esimo per cui mancano ancora tre piani“.


L’ultima telefonata di Gloria:”Ciao mamma, grazie per tutto quello che mi hai dato

Il fumo dell’incendio è salito al 23esimo piano del grattacielo, luogo in cui viveva la coppia da ormai 3 mesi. L’ultima chiamata è stata riportata dal legale della famiglia Trevisan:”Ho sentito la registrazione della telefonata di Gloria alla mamma. Le dice grazie per quello che ha fatto per lei. Stavano dando un addio. Non ci sono motivi per sperare che Gloria e Marco siamo ancora vivi” poi continua il legale:”Gloria si era laureata il 18 ottobre ed è andata a Londra perché qui non ci sono possibilità professionali neanche per chi si laurea con 110“.

Il padre di Marco, Giannino Gottardi, spera ancora che la coppia sia viva: “Siamo in costante contatto con la Farnesina e con i familiari di Gloria. Con il passare delle ore le nostre speranze, già ridotte al lumicino, stanno diminuendo, ma fino a che non ci diranno di aver ritrovato i nostri ragazzi continuiamo a credere nel miracolo“.

Continua il padre: “Per il momento non partirò per Londra, non me la sento di lasciare mia moglie da sola – ha spiegato – lì c’è già il fratello di Gloria che sta amplificando i nostri appelli, anche attraverso i social, e prova in ogni modo a trovare tracce sulla sorte dei nostri cari“.

Il bilancio delle vittime potrebbe essere salito vertiginosamente

Theresa May si è recata sul luogo del disastro fermandosi a parlare con i soccorritori e i pompieri che lavorano duramente per salvare i superstiti:” Ci sarà un’indagine appropriata e se ci saranno lezioni da imparare, così sarà e saranno intraprese azioni“. Le autorità britanniche stanno ancora lavorando per rendere sicura la zona e bonificare gli appartamenti. Il capo dei vigili del fuoco parla addirittura di diverse settimane di tempo per bonificare del tutto i 120 appartamenti bruciati nel rogo del grattacielo.

I feriti sono stati 68, circa 37 ancora in ospedale, di cui 17 in gravi condizioni. Ma una fonte inglese ha riferito a un reporter di Sky che le vittime potrebbero essere più di un centinaio. Su Twitter Adam Boulton, reporter britannico di Sky News scrive: “I servizi di emergenza si aspettano un bilancio di oltre 100 morti“. Anche le operazioni di recupero stanno procedendo lentamente a causa delle pessime condizioni delle torre, non abbastanza sicure per permette ai pompieri di continuare le ricerche dei dispersi.

Aggiungi un commento