Russiagate: Trump è indagato per ostruzione alla giustizia?

Non c'è pace per il presidente USA Donald Trump: adesso sarebbe indagato per ostruzione alla giustizia nell'indagine sul Russiagate

La notizia è di poche ore fa, mentre l’indiscrezione arriva dalle pagine del Washington Post: il presidente Trump sarebbe indagato per ostruzione alla giustizia dal procuratore Robert Mueller che si sta occupando del caso Russiagate.

Trump indagato

“Il procuratore speciale che sovrintende l’inchiesta sul ruolo della Russia nelle elezioni del 2016 interrogherà alti dirigenti dell’intelligence per capire se Donald Trump abbia tentato di ostruire la giustizia“, si legge questo nero su bianco sulle pagine del quotidiano Washington Post. Non è la prima volta il quotidiano USA si occupa dei rapporti tra Trump e la Russia: un mese fa pubblicano la notizia che il presidente Trump avrebbe rivelato informazioni classificate top secret alla Russia e in particolare al ministro degli Esteri Sergei Lavrov.

Le fonti del Washington Post

Il Washington Post avrebbe cinque fonti e chiarisce che nei prossimi giorni il capo della National intelligence Daniel Coats, il direttore della Nsa Mike Rogers e il suo ex vice Richard Ledgett verranno ascoltati. Solo qualche giorno fa la posizione di Trump era stata messa a rischio dalla deposizione davanti al Congresso dell’ex numero 1 dell’FBI.

La risposta del presidente

A rispondere alle accuse del Washington Post ci ha pensato Marko Corallo, il portavoce dell’avvocatoMarc Kasowitz, legale di Trump: “La fuga di notizie dell’Fbi riguardante il presidente è scandalosa, ingiustificabile e illegale“.

Si rischia l’impeachment?

Il presidente Trump ha violato la legge? È questa la domanda dal momento in cui ha deciso di licenziare il capo dell’Fbi James Comey con l’obiettivo, secondo le indiscrezioni della stampa americana, di fermare l’indagine sulla collusione tra la campagna elettorale che lo ha portato alla Casa Bianca e la Russia. È stato lo stesso Comey la scorsa settimana a dire che: “C’è stato uno sforzo massiccio da parte di Mosca di colpire le elezioni presidenziali americane e l’Fbi seppe dei tentativi di hackeraggio da parte dei russi alla fine del 2015“.

L’accusa di intralcio alla giustizia, se si rivelasse vera, potrebbe portare il presidente un passo più vicino all’impeachment.

Aggiungi un commento