Berlusconi mantiene la promessa fatta al papà della piccola Maria Noemi

Silvio Berlusconi ha accolto il disperato appello di Emmanuel Mariani, papà della piccola Maria Noemi, invalida al 100% che rischia di essere sfrattata dalla casa popolare in cui vive

La storia di Emmanuel, Giovanna e Maria ha commosso Silvio Berlusconi. Durante la proiezione del racconto della famiglia a Quinta Colonna, l’ex cavaliere si è commosso ed ha promesso in diretta che avrebbe fatto qualcosa per impedire lo sfratto.

Una drammatica vicenda che ha commosso Berlusconi

Ieri, come programmato dall’ex cavaliere, si è tenuto il commovente incontro con il padre della piccola Maria Noemi. Emmanuel, come ha abituato il pubblico che si è appassionato alla vicenda, si è presentato nella maniera più naturale possibile: t-shirt e scarpe da ginnastica. Nella mattinata di giovedì, Emmanuel era stato contattato dallo staff di Berlusconi per concordare l’incontro nel pomeriggio. Il giovane è stato immediatamente assalito dalla stampa. Ma non si sa ancora molto, se non la drammatica vicenda accaduta alla famiglia. L’Ufficio per le Politiche Abitative di Roma Capitale, in nome del “ripristino della legalità”, ha infatti notificato alla famiglia Mariani l’annullamento del provvedimento di assegnazione della casa popolare. Purtroppo a rendere ancora più terribile la vicenda è la presenza di una minore con una disabilità al 100%.


L’incontro tra Emmanuel e Silvio Berlusconi

È successa una cosa bella ma, per ora, non posso dirvi di più”, spiega alla stampa pochi attimi dopo essersi lasciato alle spalle la soglia di Palazzo Grazioli. Queste le uniche parole rilasciate, per il momento, da Emmanuel. Questo padre coraggioso aveva tentato a più riprese di appellarsi alle autorità. Aveva chiesto aiuto anche al sindaco di Roma Virginia Raggi. Per il momento, Berlusconi, è stato l’unico ad accoglierlo ed ascoltare i suoi problemi. “Ho buone speranze, mi fido di lui” ha concluso il giovane, per tentare di placare la stampa. Se per alcuni questa mossa è una piece elettorale, per Emmanuel è una speranza. La piccola Maria Noemi è paralizzata ed ha bisogno di assistenza 24 ore su 24. Quella casa, nel quartiere San Saba di Roma, è tutto ciò che hanno per proteggere la loro bambina.

Aggiungi un commento