Trump ammette: "Sono indagato"

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ammesso via Twitter di essere indagato

Russiagate – Donald Trump usa Twitter per rivelare di essere veramente indagato. L’indiscrezione era arrivata ieri dal quotidiano Washington Post.

L’ammissione del presidente

Sono sotto indagine per aver licenziato il direttore dell’Fbi da parte dell’uomo che mi ha detto di licenziare il direttore dell’Fbi. Caccia alle streghe!“. Questo il messaggio di Trump affidato a Twitter: il presidente parla spesso attraverso i social e Twitter sembra essere il suo preferito. Nel suo messaggio il presidente fa riferimento a Robert Mueller che starebbe indagando sulle relazioni tra Trump e la Russia. L’indiscrezione era stata lanciata ieri dal quotidiano americano Washington Post.

Il procuratore speciale che sovrintende l’inchiesta sul ruolo della Russia nelle elezioni del 2016 interrogherà alti dirigenti dell’intelligence per capire se Donald Trump abbia tentato di ostruire la giustizia“, si legge questo nero su bianco sulle pagine del quotidiano Washington Post” si leggeva ieri.




 

Anche il genero dei Trump nei guai

Anche le operazioni finanziarie di Jared Kushner, marito di Ivanka Trump, risultano sotto indagine. A darne notizia è sempre il Washington Post che allarga il fronte delle indagini asserendo che anche altri uomini vicini al presidente sarebbero sotto indagine.

Il vicepresidente americano, Mike Pence, ha assunto un legale esterno dalla Casa Bianca. In una nota è stato dichiarato che: “Il vicepresidente è completamente concentrato sui suoi incarichi e nel promuovere l’agenda del presidente, ed è impaziente per una rapida conclusione della vicenda“.



Aggiungi un commento