30enne rimane paraplegico durante una vacanza da sogno con la fidanzata

Mike Droter, 30enne californiano, pensava sarebbe stata la vacanza della loro vita, invece si è trasformata in una tragedia. Mentre faceva surf, Mike è stato investito da un'onda nella Baia dei Rompicollo ed è rimasto paraplegico

Mike Droter, un 30enne californiano, aveva da poco chiesto la mano della sua fidanzata, Jordan Lovas. Quale miglior modo per festeggiare la luna di miele se non regalarsi una vacanza di sole e sport alle Hawaii? Purtroppo quella scelta ha cambiato le loro vite, per sempre. In un’incidente, proprio l’ultimo giorno del soggiorno, Mike si è rotto il collo ed è rimasto paralizzato dalla testa in giù.

Doveva essere la vacanza della vita… invece è diventata un incubo

Si erano sposati da appena un mese, a Ohau, ma il futuro non gli riservava fortuna e felicità. Mike e Jordan avevo deciso di regalarsi una bellissima e rilassante vacanza alle Hawaii, tra sole, mare, surf e relax. La permanenza era stata splendida, il clima favoloso tanto che Mike si è divertito parecchio a surfare sulla spiaggia di Sandy, una delle più popolari tra gli amatori di questo sport. L’ultimo giorno, anche se Jordan aveva insistito sul fare qualcosa di più tranquillo, Mike ha voluto imbracciare un’ultima volta la tavola. Ad accoglierlo c’era una delle spiagge più difficili dell’isola, tanto pericolosa da essere conosciuta con il soprannome di Rompicollo. In pochi minuti, quell’escursione è stata quasi fatale per Mike. Un’onda anomala l’ha travolto, schiacciandolo contro le numerose rocce che precedono la battigia. “Ho provato a nuotare, ma non riuscivo a muovere nulla” così ha commentato quel terribile momento il giovane 30enne. Jordan l’ha immediatamente soccorso, chiamando l’ospedale. Le sue terribili parole hanno fatto immediatamente accorrere le autorità mediche e Mike è stato trasportato al pronto soccorso di Honolulu.


L’amore aiuta sempre

All’ospedale, dove Mike è rimasto ricoverato 12 giorni prima di venire trasferito in California, i medici hanno fatto la loro drammatica diagnosi. Il 30enne si era rotto il collo e risultava paralizzato dalla testa in giù. Mike, con molta probabilità, non avrà più la mobilità di prima della vacanza. Una macchina, ancora oggi, a quasi un anno di distanza dal terribile incidente, lo aiuta a respirare. Ma Jordan non si è mai staccata da lui e, con l’aiuto dei loro amici, hanno messo da parte abbastanza soldi per garantirgli le migliori cure medie. La giovane non l’ha mai abbandonato e non intende farlo. Il loro è il vero amore.

Aggiungi un commento