Parigi, auto si lancia contro veicolo della polizia agli Champs-Elysées

Il conduttore, già noto all'Intelligence, è stato neutralizzato: fortunatamente, non ci sono morti né feriti

Un auto si è scontrata contro un veicolo della gendarmerie agli Champs-Elysées. È accaduto oggi verso le 4 di pomeriggio: il conduttore dell’auto, una Renault-Megàne, è morto. Le Figaro riporta che l’uomo avrebbe indossato una cintura esplosiva (lo riferiscono fonti di polizia) e avrebbe una pistola Glock 26-9. Altre fonti francesi parlano della presenza di una bombola a gas e di un kalashnikov all’interno della vettura. La versione riportata da Le Figaro riporta che all’interno dell’auto ci sarebbero state armi ed esplosivi in quantità tali da farla saltare in aria.

La sezione antiterrorismo ha aperto un’indagine sulla vicenda.

Aggiornamento 18.11

Il ministro degli interni Gerard Collomb, che si è recato sul posto, ha parlato di “tentativo di attentato”.

Attacco volontario a Parigi

Le fonti francesi spiegano che l’uomo si sarebbe lanciato contro la vettura della polizia francese volontariamente, e che sarebbe stato ucciso dalle autorità. L’uomo era già noto all’intelligence francese, come sospetto radicalizzato. Fortunatamente, non ci sono stati feriti. Il ministero degli Interni francese fa sapere che è meglio evitare di passare nella zona della metro Concorde e che sono state bloccate le linee 1,8,12 e 13.

Aggiungi un commento