Lucia Riina si sfoga: "Chiederemo allo Stato la revoca della cittadinanza"

Dopo il rifiuto del comune di Corleone alla richiesta per il bonus bebè, la figlia di Totò Riina si sfoga sui social con parole aspre e severe

È ormai da settimane che il capo dei capi di Cosa Nostra, Totò Riina, è tornato a far parlare di sé. È da qualche giorno, però, che sulla bocca di tutti non si limita ad esserci soltanto lui; a creare scandalo e accese discussioni, infatti, è stata anche Lucia Riina, la figlia più piccola del boss, che poco fa su Facebook ha riversato parole di disprezzo nei confronti delle istituzioni e dello Stato.

Il bonus bebè rifiutato per tre volte

Tutto ha avuto inizio il 22 novembre 2016, spiega Lucia, con la compilazione dei documenti necessari per l’attestazione di un reddito troppo basso e la conseguente richiesta al comune di Corleone del bonus bebè. I 1000 euro al mese non vengono però concessi e la richiesta fatta da lei e dal marito viene rifiutata per ben tre volte.

Il primo sfogo

Risale a poco meno di un giorno fa il primo post pubblicato da Lucia in cui, accusando la stampa di averle “rubato la vita” rendendola di dominio pubblico. La neo mamma invita i suoi follower a rimanere sintonizzati per scoprire la verità sul fatidico bonus. “VI PREGO DI LEGGERLO, vi racconteremo i fatti come sono. E sfidiamo chiunque a smentirli” scrive al termine del post “liberatorio”. 

Il tanto atteso stato su Facebook

Ed ecco che poche ore fa l’ira e l’indignazione della quarta figlia del boss si scatenano sui social. Come anticipato, Lucia ha infatti deciso di pubblicare la documentazione presentata al comune e la loro relativa risposta accompagnando il tutto con frasi forti. “Ci sono solo grandi inquisitori pubblici e pubblica gogna, e noi siamo sul rogo e stiamo bruciando, eppure ancora abbiamo il sorriso” dice la donna. Termina poi affermando: “CHIEDEREMO al PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, LA REVOCA della CITTADINANZA ITALIANA, e quindi dei DIRITTI COSTITUZIONALI, sia per noi che per nostra figlia, così sarà chiaro a tutti ed al mondo intero come L’Italia politica e mediatica tratta i suoi figli, perché sono BRUTTI, SPORCHI e CATTIVI”.

Come si può notare, la figlia di Totò Riina non le ha certamente mandate a dire; ora non ci resta che aspettare e vedere se porterà a termine concretamente quello che per ora rimane solo uno sfogo su Facebook.



Aggiungi un commento