In arrivo un ondata di caldo africano: allerta in tutta Italia

Il prossimo week end sono previsti picchi di caldo oltre la media stagionale. Gli esperti indicano temperature elevatissime per "Caronte"

La colonnina di mercurio si prepara a schizzare in alto, oltre la media stagionale. Gli esperti meteo concordano sull’arrivo di un’ondata di caldo con temperature africane. Nessuna regione sarà esente dalla grande ondata di calore, che “affliggerà” per alcuni giorni sulla penisola.

In arrivo Caronte con temperature che sfioreranno i quaranta gradi

Avevamo avuto un’assaggio dell’ondata di caldo estivo circa a metà giugno. I giorni intercorsi tra il 15 e il 18 di questo mese avevano portato temperature altissime e tassi di umidità alle stelle. Dopo la breve tregua di questi giorni, dove sembrava di poter nuovamente tirare un sospiro di sollievo, in arrivo la nuova ondata. Questa volta, come annunciano gli esperti meteo, la colpa è di “Caronte”: è questo il nome dell’anticiclone africano proveniente dal Sahara. “Caronte” sta già toccando la penisola portando i primi innalzamenti delle temperature. Il suo percorso prevede l’espansione verso Spagna ed Europa Occidentale. A segnare il suo arrivo una colonnina di mercurio impazzita: si potrebbero registrare le giornate più calde degli ultimi quindici anni.

Allerta per tutte le regioni: temperature oltre la media ovunque

“Caronte” non ha in programma di risparmiare nessuna zona. Tutte le regioni della penisola saranno interessate da aumenti repentini delle temperature e umidità a tassi altissimi: a mettere in crisi quindi, anche e soprattutto il caldo percepito. Secondo le previsioni degli esperti sarà possibile un superamento della media stagionale, con 8 gradi in più. A partire dalla seconda parte della settimana, e molto probabilmente sino a fine mese, in tutto il nord Italia la situazione resterà invariata. Ci stabilizzeremo sui 37-38 gradi, ad eccezione dell’Emilia Romagna che raggiungerà i 39 gradi, così come la Puglia. Il resto dell’Italia sarà interessato da una media simile, con conseguente innalzamento anche delle temperature minime: impossibile registrare una minima al di sotto dei 24-25 gradi. Nelle regioni del sud Italia, possibili sporadiche precipitazioni, che saranno però seguite da grande afa.

Aggiungi un commento