Matteo Renzi ed Enrico Mentana: tra i due è sfida televisiva

A Bersaglio Mobile, condotto da Enrico Mentana, non poteva mancare il pepe, soprattutto quando l'ospite è l'ex premier Matteo Renzi

364
Consiglia
Un duello a colpi di battute caustiche quello andato in onda su La7, a Bersaglio Mobile, il programma di Enrico Mentana. Ospite della serata il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi. Tra lui e il direttore del TgLa7 non sono mancate le punzecchiature e le provocazioni, oltre alle puntualizzazioni che Mentana non ha mancato di fare all’ex premier.

Renzi e Mentana: l’università e le banche

Colpi di battute e vari diverbi hanno caratterizzato la partecipazione di Matteo Renzi a Bersaglio Mobile. Come si vede nel video, ci sono stati dei momenti particolarmente intensi. Ad esempio, parlando delle banche venete che dovevano essere vigilate dalla Banca d’Italia, Renzi esclama: “Non lo dica a me, in quegli anni io ero all’università, lei faceva il giornalista“. Mentana quindi chiede sorpreso: “E che era? Fuori corso? Quando era all’università? Questa è roba recente“, suscitando la risposta piccata di Renzi. “Lei pensi al suo di fuori corso“, è la replica dell’ex premier, al quale Mentana risponde: “Io non ero fuori corso, non mi sono laureato proprio“.

Le bacchettate del direttore all’ex premier

Dopodiché c’è stata una serie di correzioni che il direttore ha fatto a Renzi. Il democratico, in quella che voleva essere una chiusura a effetto, ha tirato fuori la citazione virgiliana “Amor vincit omnia“, facendola diventare “Amore vincit omnia“. Il falco riccioluto non si è lasciato sfuggire l’errore. Così come è stato necessario chiarire all’ex premier cosa sia un ayatollah: “Khomeini era il dittatore dell’Iran“, spiega a un certo punto Renzi. Peccato che la carica di ayatollah in Iran si riferisce a ben altro: “Veramente non era un dittatore, era un’autorità religiosa, un capo spirituale. Il dittatore era quello coi baffetti“, è la replica di Mentana, che non nasconde quanto si stia divertendo quella sera.

GUARDA IL VIDEO:

Fonte: Libero

Aggiungi un commento