Imma Battaglia contro la Nannini: "Ma chi ti credi essere?"

Imma Battaglia contro Gianna Nannini, a sua detta defilata dalla lotta LGBT. Nell'inveire, le scappa qualcosa anche su Berlusconi

Le recenti vicissitudini hanno portato Imma Battaglia ad esprimersi, in maniera più o meno favorevole, in merito a calde questioni di “gossip”. La compagna di Eva Grimaldi infatti, dopo i numerosi scoop che l’hanno vista al centro dell’attenzione, non si è risparmiata commenti per nessuno: da Gianna Nannini a Luigi Berlusconi, non manca all’appello nessuno.

Imma Battaglia inveisce contro la Nannini: “Ma chi ti credi di essere?

Non sono delle migliori le parole rilasciate da Imma Battaglia a Radio Cusano Campus quando è arrivato il momento di parlare di Gianna Nannini. Proprio così infatti pare che la Battaglia non abbia gradito la decisione di Gianna Nannini, accusandola di essersi sempre sottratta dalle grandi battaglie combattute per i diritti LGBT. La famosissima cantante rock italiana aveva difatti manifestato la sua volontà di trasferirsi con compagna e figlia a Londra, dove a sua detta la sua unione civile sarebbe stata molto più tutelata. Una decisione che però ad oggi gli costa il rimprovero della Battaglia che non gliele ha mandate a dire: “La sua posizione è tardiva. Da anni conosciamo le sue amanti e le sue fidanzate“.


L’appello ai fan: “Spero la boicottino

La Battaglia, da sempre un volto ed un simbolo per la lotta in difesa dei diritti omosessuali, non apprezza la defilata posizione adottata dalla Nannini. “Non ha mai fatto niente, ma dico niente, nessun tipo di attivismo per le lotte che noi abbiamo fatto, ora arriva e dice che la legge in Italia non la tutela – tuona sempre la Battaglia – Ma chi sei? Ma chi ti credi di essere?“. Dopo queste amare parole, il rimprovero sfocia in un confronto con un altro big della musica italiana. “Se avesse avuto il coraggio di un Tiziano Ferro – continua la sferzata – Probabilmente noi avremmo avuto una legge migliore. Ora dovrebbe stare zitta“. La conclusione è poi rivolta direttamente ai fan della cantante toscana: “Io sinceramente la trovo veramente fuori luogo, spero che la gente la boicotti e non vada più ai suoi concerti. É ridicola, non puoi fare queste dichiarazioni politiche quando non hai mai fatto nulla, se non per te stessa“.

La parentesi su Luigi Berlusconi: “Se è gay sono contenta

Imma Battaglia non ha poi potuto immancabilmente soffermarsi sul bacio di Luigi Berlusconi. Paparazzato mentre baciava in bocca un amico, Luigi ha scatenato la furia di papà Silvio Berlusconi. La posizione di condanna assunta dal padre non è ovviamente condivisa dalla Battaglia, tutt’altro che dispiaciuta nel considerare l’ipotesi che vede il figlio dell’ex cavaliere omosessuale. Sebbene sembrerebbe essere solo un gesto senza alcun fine amoroso o qualsivoglia sentimentale, la Battaglia ha voluto così spiegare: “Quando ho visto la foto, da brava attivista ho pensato ‘che bello, è gay e non ha paura di esserlo“. Poi l’insinuazione: “Non ci credo e non penso che lo facesse per finta, quello è stato un bellissimo gesto di affetto e di intimità“.

Aggiungi un commento