Regno Unito: 200 adolescenti si sono già sottoposte ad un intervento per rifare la vagina

Nel Regno Unito sono in tante le adolescenti che si sono già sottoposte ad un intervento per modificare la loro vagina. Il fenomeno è preoccupante

Nel Regno Unito, tra il 2015 e il 2016, è stata registrata un’altissima richiesta di interventi di chirurgia estetica intima, ovvero sono in tante le ragazzine che senza aver neppure compiuto il 18esimo anno di età ricorrono alla labioplastica.

Ricostruzione della vagina: richieste eccessive

Pare che molte adolescenti – e bambine anche di 11, 12 e 13 anni – siano influenzate dal mondo della pornografia e dai social media che, oltre a proporre un ideale di bellezza estetico, adesso pretende che si abbiano anche dei precisi requisiti che rispondano “correttamente” a canoni di bellezza che, a quanto pare, vengono imposti anche “a livello vaginale”. Così, sono in tante le ragazzine intorno ai 15 anni – e anche sotto – a richiedere interventi di “labiaplasties“, cioè un’operazione chirurgica mediante la quale vengono rimodellate le labbra vaginali, ed in base alle varie richieste vengono poi ridotte o corrette simmetricamente.

Preoccupante fenomeno

A parlare del preoccupante fenomeno è la dottoressa Paquita de Zulueta, medico da 30 anni, che ha affermato che solo negli ultimi anni ha dovuto far fronte a moltissime richieste di ragazze-bambine che volevano modificare la loro vagina, in quanto – secondo loro – non presentava una giusta conformazione. È proprio la dottoressa de Zulueta ad accusare la pornografia ed i social media che influenzano negativamente molte giovani ragazze facilmente plagiabili data la giovane età.

150 ragazze su 200 non avevano neanche 15 anni

A detta della Bbc, a ricorrere alla labioplastica sono state ben 200 ragazze di età inferiore ai 18 anni, e 150 di queste erano addirittura al di sotto dei 15 anni. La dottoressa Naomi Crouch, specialista in ginecologia adolescenziale e presidente della Società britannica di ginecologia pediatrica e adolescenziale, racconta: “Le ragazze ci dicono spesso cose come ‘Voglio solo che quella cosa sia rimossa’, ‘Odio quella parte del mio corpo’… e francamente è una cosa molto sconvolgente“. Oltretutto, la dottoressa ha precisato che nessuna di loro necessitava di questo tipo di intervento.

Aggiungi un commento