Omicidio Yara: l'ultimo disperato appello di Bossetti

Manca ormai pochissimo alla sentenza che deciderà in via definitiva la sorte di Massimo Bossetti, imputato per l'omicidio di Yara Gambirasio

Tutto sta accadendo ad ormai pochissimo alla sentenza in cui si deciderà ufficialmente l’innocenza o la colpevolezza di Massimo Bossetti, accusato di aver ucciso la piccola Yara Gambirasio, delitto per cui è già stato condannato all’ergastolo in primo grado. Alla vigilia dall’ultima udienza, il muratore di Mapello tenta il tutto per tutto.

Omicidio Yara Gambirasio: l’ultima udienza

Manca ormai davvero poco alla sentenza finale, quella porrebbe la parola fine al processo sulla morte di Yara Gambirasio. Trovata morta venerdì 26 febbraio del 2011 dopo essere scomparsa il precedente 26 novembre, sulla morte di Yara si è parlato a lungo e, dopo anni, è davvero vicina l’ultima definitiva sentenza. Domani si deciderà la sorte di Massimo Bossetti, accusato di aver ucciso la giovane ginnasta. E mentre i legali della famiglia Gambirasio puntano il dito contro la difesa, accusandoli di aver copiato da wikipedia la perizia, proprio il muratore di Mapello tenta il tutto per tutto. A pochissime ore dall’ultima udienza, l’appello disperato per ribadire la sua innocenza.


Alla vigilia dalla sentenza, parla Bossetti

Non è la prima volta che Bossetti cerca di ribadire la sua innocenza e, questa volta, si può dire lo faccia per l’ultima volta. In una lettera si legge tutto il suo sgomento: “Posso marcire in carcere per un delitto atroce che non ho commesso senza che mi sia concessa almeno questa possibilità?“. E ancora, sempre Bossetti: “Da tre anni invoco la mia innocenza, da tre anni chiedo anche tramite i miei avvocati l’unica cosa che può consentire di difendermi, la perizia in contraddittorio sul Dna“. Sempre il muratore auspica per sé stesso: “Confido che io possa tornare a riabbracciare i miei cari da uomo libero e innocente quale sono anche se ho una vita stravolta e comunque segnata per sempre“. In ultimo, l’invocazione anche alla stessa Yara: “Sono convinto che lo speri anche Yara da lassù, almeno fino a quando il suo vero assassino che è ancora libero e sta ridendo di me e della Giustizia, sconterà la giusta pena“.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SUL PROCESSO A MASSIMO BOSSETTI

yara gambirasio bossetti

Aggiungi un commento