Assassinata mentre è al telefono con il marito: “Le sue urla non escono dalla mia testa”

Una terribile storia per Daniel Cross che, impotente, ha assistito all'assassinio della moglie in diretta telefonica: “Ho sentito tutto, prima, mentre e dopo”

Daniel Cross è disperato: “Le sue urla non escono più dalla mia testa” riporta il quotidiano inglese The Guardian. L’uomo è stato protagonista di una vicenda agghiacciante degna di un thriller. Sua moglie, Nicola Cross, 37 anni, è stata barbaramente assassinata da Marcin Porczynsky, 24, che si è introdotto a casa loro e l’ha accoltellata. Daniel non ha potuto fare nulla perché si trovava in viaggio di lavoro, ma ha sentito tutta la drammatica aggressione al telefono con Nicola.

L’impotenza di un marito a cui viene strappata la moglie

Daniel si trovava fuori città per lavoro mentre Nicola, come era accaduto altre volte, era rimasta a casa con i figli, a St Albans, nel Regno Unito. Nei regolari appuntamenti telefonici che si davano durante la giornata, però, è successo il peggio. Il giovane racconta tutto di quei drammatici momenti in aula: “Non vedo felicità all’orizzonte, dopo quel 14 Settembre. Non vedo pace fino alla fine della mia vita. Quell’uomo non ha distrutto solo una vita, ma decine”. L’assassino, il 14 Settembre 2016, aveva bussato alla porta dei Cross chiedendo di entrare. Nicola, non conoscendolo, ha chiamato la polizia che è intervenuta ma ha lasciato l’abitazione quasi subito sostenendo che il ragazzo se n’era oramai andato. La donna ha allora chiamato il marito, ed in quel momento Porczynsky è tornato alla carica: “Lui la sentì urlare– racconta l’avvocato dei Cross, Christopher Donnellan‘Esci dalla mia casa, cosa vuoi?’ Poi udì ulteriormente urlare: ‘Non c’è bisogno di farlo, ti posso aiutare’. Poi suo marito sentì una voce maschile dire: ‘Lo faccio, lo faccio’. Dopo un altro grido molto forte, è rimasta in silenzio”.

L’assassino è stato dichiarato schizofrenico dai medici

Porczynsky, 24 anni, era arrivato in Inghilterra nel 2014. Al giovane era già stata diagnosticata una schizofrenia paranoide da qualche tempo ed aveva più volte ammesso di sentire delle voci. Dopo aver accoltellato Nicola per ben 10 volte, ha anche tentato la fuga con i due figli dei Cross. Fermato ed arrestato dalla polizia, il 24enne si è dichiarato colpevole. Daniel è distrutto dalla vicenda ed ammette che non riuscirà più a trovare la felicità né tantomeno, a dimenticare le urla strazianti della moglie. “Non mi perdonerò mai– ha affermato in aula l’uomo –di non essere stato lì vicino a lei per proteggerla”.

Aggiungi un commento