Sanremo 2018: nel totonome spunta anche quello di Pippo Baudo

Tra le varie ipotesi spunta quella del mattatore della storia del Festival, e per numerosi fan è subito momento nostalgia

Sanremo 2018 per il momento è ancora un enorme punto interrogativo. Per chi è alla spasmodica ricerca di informazioni che riguardano l’erede di Conti alla conduzione, dovrà accontentarsi ancora di ipotesi e congetture. Da giorni si “scommette” sulla lista del totonome, su cui sono comparsi Mika, Giletti e Fazio.

Di certezze, però, ancora nessuna. Se non quella che il cantante libanese, conduttore di uno show tutto suo, Casa Mika, ha smentito l’eventualità di condurre. Intanto, però, nel brusio generale, se si tende bene l’orecchio, si riesce a cogliere il nome di Pippo Baudo.

 Il ritorno di Baudo dopo 10 anni

Pippo Baudo è per il Festival di Sanremo un’istituzione storica. Eppure, il conduttore più rappresentativo della kermesse si è ritirato dal palco dell’Arsiton nel 2008, anno a cui risale il suo ultimo festival.

Dopo la smentita di Mika, la seconda ipotesi a venire meno è stata quella che riguarda Massimo Giletti, che perduta la sua Arena della domenica pomeriggio, non sa neanche se rimarrà in Rai. Quanto a Fazio, promosso alla prima serata di Rai1 con il suo programma, sembra essere oberato, con il doppio appuntamento di Che tempo che fa. Allora non resta che puntare su Pippo Baudo, il quale ha ceduto il suo spazio a Domenica In a Cristina Parodi, che diventa l’indiscussa padrona di casa della domenica in Rai.

Quella che cade su Baudo potrebbe essere una scelta non troppo innovativa, ma parecchio nostalgica. Pippo ha sempre amato il festival. Tuttavia se ne è sempre occupato come di un importante prodotto aziendale, dimostrando devozione a Casa Rai. Senza contare che probabilmente Carlo Conti lo ha scelto come modello assoluto del suo modus operandi. La conduzione di Baudo è quella che si avvicina di più a quella del fiorentino. E difatti le ultime tre edizioni sono state un tale successo che la Rai non solo rimpiange Conti, ma è in difficoltà nel trovare qualcuno che ne riempia le scarpe. E se ci fosse davvero Baudo? Qualcuno azzarda addirittura la possibilità che il veterano conduttore possa essere affiancato proprio da Mika, o dall’amatissima Virginia Raffaele. 

Grosse novità

Il nuovo conduttore potrebbe non essere l’unica novità del futuro. Circola la voce che il Festival di Sanremo potrebbe cambiare location, e lasciare lo storico teatro dell’Ariston. 

Pare che “il comitato” stia pensando ad un luogo più grande e spazioso. E così, non nel 2018, ma l’anno successivo l’evento potrebbe svolgersi in un altro luogo della città, subendo un cambiamento profondo e per qualcuno destabilizzante. Se questo proposito dovesse realizzabile è allora possibile che nel 2019 ritorni Paolo Bonolis, tra i principali promotori di questo progetto, alla conduzione artistica. Ma questi restano “progetti alla lontana”. Al momento, l’esigenza principale resta quella di trovare un nuovo timoniere. 

Aggiungi un commento