Asia Nuccetelli racconta un passato doloroso

Tra epilessia e bullismo, così giovane, la figlia di Antonella Mosetti, ha dato luogo ad un lungo sfogo su Instagram rivolto ai suoi follower

Appena 21 anni, Asia Nuccetelli e già tanto dolore alle spalle. C’è un motivo per cui la giovane procede in solitaria, e si definisce un eremita. Forse più d’un motivo, più di una brutta esperienza. Sul suo volto i segni dell’epilessia, ma anche del bullismo. Adesso prova a riprendere in mano la sua vita.

Nel farlo però vuole che una volta per tutte il mondo conosca la vera Asia, cosa l’ha condotta a diventare la giovane donna che è oggi. E così la figlia di Antonella Mosetti, decide di spiegare tutto in un lungo post su Instagram.

Un cuore ferito

Al di là del personaggio televisivo la Nuccetelli, vuole che i fan sappiano che dietro c’è un cuore autentico, una persona. Asia si rivolge ai fan: “Voglio parlare con voi. Per voi sono solo una figura positiva, negativa per tanti altri. Mentre io sono un cuore, che batte batte forte e un giorno smetterà di farlo. Un cuore ansioso, un cuore ferito dalle troppe prove della vita, un cuore felice e a seconda di tutto ciò cambia tipologia di battito“.


Un passato difficile

Tanti episodi nella sua vita hanno contribuito ad indurire quel cuore e a fare di lei una persona schiva. “Sono un eremita solitario, lo sono sempre stata. Ho allontanato chiunque dalla mia vita per mia scelta, perché quando è il momento di cambiare ho bisogno di farlo da sola. Ma devo cambiare, migliorare…crescere“.

Tra i drammi adolescenziali che ha dovuto affrontare sicuramente l’epilessia è stato uno dei più difficili e provanti. Ma un terribile banco di prova è stata anche la piaga del bullismo di cui è stata vittima. Una volta in discoteca fu insultata, circondata e malmenata da 20 ragazze, tanto da finire ricoverata in ospedale. “Ho passato giornate o persino periodi in cui non vedevo un futuro” rivela Asia.  “Ho sofferto da sola, ho pianto, ho urlato mi sono persino graffiata le guance. Ma sono cambiata e ci vogliono due ca*** di palle enormi per stravolgere i piani abbandonando tutto ciò che non reputi necessario. Mi hanno insultata, ferita, minacciata, mi hanno picchiato come se non ci fosse un domani“.

La svolta, una nuova Asia

Poi Asia ha capito. “Ma il domani c’era ed ero io“riconosce con fermezza. “Solo che non lo capivo, non volevo capirlo. Continuavo a guardare la superficie, la mia mente non riusciva a spaziare più a fondo nelle cose. Ora? Non riuscirei a ferire nemmeno una mosca, perché mi rispetto e rispettandomi rispetto il prossimo“.

Per chiunque abbia criticato la sua scelta di sottoporsi ad interventi di chirurgia estetica, la Nuccetelli spiega che sono stati una fase importante nel suo cambiamento.Sono Asia ho 21 anni (tra un mese) e una vita turbolenta alle spalle. Una vita che mi ha illuso. Una vita che appena giunta l’alba ha cambiato i piani per me. Una vita che non mi ha mai ucciso, una vita che non mi ha mai tolto il sorriso. […] Ho cambiato tutto di me, sia fuori che dentro, ho sentito la necessità ma sopratutto il coraggio di cambiare“.

Aggiungi un commento