Meteo: il caldo tiene duro, entro fine settimana le temperature in calo

Secondo il meteo le temperature sono finalmente in discesa, ma il Nord Italia è minacciato da violenti temporali. Il Sud ancora nella morta di Lucifero

Il Nord Italia torna a respirare, un fronte temporalesco ha infatti attraversato la parte settentrionale della Penisola. Ha causato anche diversi danni in alcune Regioni, come l’Alto Adige, in cui ci sono stati 5 morti. Il Centro e il Sud dovranno invece aspettare il fine settimana per un sostanziale calo delle temperature. Lucifero, l’anticiclone africano, non mollerà la presa sullo Stivale fino a venerdì.

Perturbazione a Nord, ma il resto dell’Italia ancora bollente

Dal Piemonte al Veneto le temperature sono finalmente in calo. Il maltempo che si è riversato su alcune Regioni, però, è particolarmente violento: l’emergenza nubifragi ha colpito diverse zone del Settentrione. Tra oggi e domani saranno a rischio temporali Piemonte e Valle d’Aosta, mentre il Nord Est potrebbe essere colpito da bombe d’acqua e tornado. L’aria fredda proveniente dal Centro Europa si scontra con le masse calde degli ultimi giorni, provocando violenti episodi temporaleschi su tutto il settore orientale, dalle Alpi alla Pianura Padana.


Diverso il clima nel resto d’Italia. La Penisola, infatti, è spaccata in due. Il Centro e il Sud soffrono ancora sotto il tacco del caldo torrido, che diminuirà solo nel fine settimana. Diverse le città “bollino rosso” tra domani e mercoledì. Tra le altre spiccano Bari, Bologna, Catania, Firenze, Messina, Napoli, Palermo, Perugia, Reggio Calabria e Roma.

La situazione grave tra caldo e temporali

Al Sud si registrano centinaia di incendi. La Francia ha detto di essere pronta ad inviare i Canadair di supporto per diminuire la pressione sulla Penisola. Il Nord invece è minacciato dal rischio idrogeologico, causato dai forti temporali. Tra il 10 e l’11 agosto la situazione dovrebbe evolvere ulteriormente, con un crollo delle temperature anche di 10° dal Nord fino al centro. Questi giorni dovrebbero segnare l’abbandono definitivo di Lucifero e l’alta pressione delle Azzorre riporterà l’estate a livelli normali per la stagione.

Aggiungi un commento