Ragusa, pompieri volontari appiccavano il fuoco di proposito

Erano volontari che ricevevano 10 euro all'ora, ora indagati per truffa e incendio doloso

RAGUSA- Appiccavano il fuoco e simulavano richieste di soccorso al 115. Il tutto per intascare il compenso orario riconosciuto ai pompieri volontari in caso di emergenza.

Al momento sono indagati in 15 vigili del fuoco ausiliari. Il capo del gruppo è già in manette e posto ai domiciliari.  Le indagini della Squadra mobile, avviate dopo una segnalazione del comando dei vigili del fuoco, sono state coordinate dalla Procura di Ragusa.

Truffa e incendio doloso

I 15 volontari indagati erano attivi presso il Distaccamento di Santa Croce Camerina. Durante le ore di servizio, come è stato riscontrato dalle indagini, il “capogruppo” si allontanava con il furgoncino dal distaccamento durante le ore di servizio. In quei frangenti appiccava focolai e lanciava falsi allarmi alla caserma, per poi tornare sul luogo dell’incendio con l’autobotte ed estinguere le fiamme. Il tutto per intascare l’indennità dallo Stato: all’incirca 10 euro per ogni ora di intervento nei casi di emergenza. 


Il gruppo al momento è indagato a vario titolo per truffa ai danni dello Stato e incendio doloso. È stata una segnalazione del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa, che aveva notato alcune anomalie, a  portare alla luce i fatti. I pompieri di Ragusa si sono insospettiti circa il numero di interventi effettuati da quella squadra rispetto ad altre.

Il dramma degli incendi

Quest’estate l’Italia intera è stata data in pasto alle fiamme. Interi ettari di vegetazione sono diventati cenere. Sui singoli casi si continua ad indagare, dalla Calabria alla Liguria, passando per la Sicilia e il dorsale del Vesuvio in Campania, fino ad arrivare alle porte della Capitale. Uno scempio che ha mobilitato anche l’intervento social di alcuni artisti.

Molti di questi incendi hanno una natura dolosa. E adesso, piano piano, indagine dopo indagine, stanno venendo fuori atroci verità, come questa degli spietati pompieri ausiliari di Ragusa.

Aggiungi un commento