Laura Boldrini, è polemica per la frase su Marcinelle: contro di lei anche Jerry Calà

Scoppia il caos sul web per il tweet di Laura Boldrini sul disastro di Marcinelle. Contro la Presidente della Camera ha sbottato anche Jerry Calà

È polemica per il tweet di Laura Boldrini sull’anniversario del disastro di Marcinelle, in Belgio. La presidente della Camera dei Deputati ha infatti messo in relazione quella tragedia, avvenuta ormai 61 anni fa, e l’emergenza migranti presente in Italia. Era infatti l’8 Agosto 1956 quando un incendio esplose nella miniera di carbone Bois du Cazier di Marcinelle, costando la vita a ben 262 persone, per lo più emigrati italiani. Laura Boldrini ha così scelto di ricordare quel disastro, ma lo ha fatto mettendo in relazione i migranti italiani di allora, con quelli presenti oggi in Italia: “Anniversario tragedia #Marcinelle ci ricorda quando i #migranti eravamo noi – ha scritto la Boldrini su Twitter – Oggi più che mai è nostro dovere non dimenticare #8agosto1956“.


Jerry Calà si scaglia contro il tweet della Boldrini

Ma la frase della presidente della Camera dei Deputati ha subito alzato un polverone, scatenando la polemica sul web. Tra chi ha scelto di dire la sua puntando il dito contro la Boldrini c’è anche Jerry Calà. L’attore comico non ha utilizzato mezzi termini per manifestare tutto il suo disaccordo rispetto al tweet pubblicato dalla presidente della Camera. Subito si è scagliato contro la relazione tra migranti posta dalla Boldrini: “Non facciamo paragoni assurdi per piacere! – ha subito tuonato Jerry Calà – Gli emigranti italiani venivano trattati come animali da soma…pulitevi la bocca“.

“In quegli anni ci sono stato”

L’attore non si è fermato ed ha poi insistito: “A loro non li ha aiutati nessuno a casa loro. Lavoravano, mandavano a casa i soldi e poi, ma poi…, si facevano raggiungere e si integravano“. L’accanimento dell’attore non è tuttavia casuale. È lo stesso Jerry Calà infatti a spiegare come mai abbia scelto di esporsi con così tanto fervore sulla questione: “Mi permetto di parlare perché ne sono parente e in quegli anni ci sono stato – ha puntualizzato ancora – In Svizzera, in Belgio, in Germania. Ma che cazzo dite?!!!!“.

Aggiungi un commento