Tragedia a Fano: bagnino eroe muore per salvare un padre con due figli

È accaduto lunedì sulle spiagge di Fano, l’eroico salvataggio di un padre e due figli si è trasformato in tragedia: il bagnino non ce l’ha fatta

Sono da poco passate le 10 di mattina, lunedì a Fano, località in provincia di Pesaro Urbino.

A Torrette di Fano, in una spiaggia libera non molto lontano dall’Hotel Playa, il mare è agitato e due ragazzi e il padre in vacanza da Milano sono in acqua in palese difficoltà, tra le onde del mare agitato.

Così, Pierluigi Ricci, bagnino di di salvataggio dell’associazione Maredentro, non ci ha pensato due volte e si è tuffato cercando di trarre in salvo la famiglia.

Tratti in salvo i due ragazzi e riportati a riva, Bigio, così lo chiamavano tutti, torna indietro, a lottare di nuovo tra le onde per soccorrere il padre ancora in difficoltà e ora ricoverato in via precauzionale.

Ma, secondo le prime ricostruzioni della Guardia Costiera della dinamica, Bigio, probabilmente provato dalla lotta per strappare i tre turisti al mare, non ce l’ha fatta.

A riva, dopo la gioia per la messa in sicurezza della famiglia, il panico. Qualcuno si accorge che Luigi non è dietro di loro, non è con loro. Pierluigi era infatti privo di sensi, e stava galleggiando a pochi metri dagli scogli. Immediatamente recuperato con un pattino di salvataggio, a nulla è servito il primo intervento praticato da un infermiere presente in spiaggia e neanche quello de 118 a far ripartire il cuore del bagnino.

Lo strazio del paese

Pierluigi era conosciuto e stimato. Era stato proprietario di un’attività commerciale nel centro di Fano, in via Cavour, che portava il suo nome, ha poi gestito una spiaggia insieme al figlio e un ristorante, al Lido di Fano. La sua passione per il mare lo aveva portato ad assistere i bagnanti nella stagione estiva ed era molto ligio e dedito al suo lavoro. Non faceva e entrare in acqua nessuno se la bandiera issata era rossa.

Un lavoro difficile e non sempre rispettato secondo alcuni colleghi, che con le lacrime agli occhi, non si danno pace per una tragedia che forse poteva essere evitata.

Pierluigi, che avrebbe compiuto 57 anni il 19 agosto, lascia oltre che la comunità di cui era parte integrante, una compagna, un figlio e un’ex moglie.

Sabato verranno celebrati i funerali per dare l’ultimo saluto all’eroe bagnino.

Aggiungi un commento