Andrea Longhi, cognato di Naike Rivelli, operato di cancro al cervello

Il cognato di Naike Rivelli si è sottoposto ad un intervento molto rischioso. E lei gli ha dedicato un video su Instagram: "Il nostro eroe si è svegliato"

Andrea Longhi, compagno di Carolina Facchinetti e cognato di Naike Rivelli, è stato di recente operato per rimuovere un tumore al cervello. Una felicissima Naike Rivelli ha pubblicato un video su Instagram per condividere il suo sollievo per l’esito dell’operazione.

Il sostegno della famiglia

Da mesi Andrea Longhi lotta con un cancro al cervello che lo ha costretto a subire molti interventi. L’ultimo è molto recente: il compagno di Carolina Facchinetti si è infatti sottoposto ad una delicata operazione per rimuovere il tumore. Tutta la famiglia di Carolina ha sempre sostenuto Andrea durante la lotta contro la malattia; dalla madre, Ornella Muti, fino ai 2 figli della coppia, Alessandro e Giulia.

Naike Rivelli, in particolare, ha voluto raccontare ai suoi fan la storia del cognato, che ha sempre mantenuto un atteggiamento positivo e sorridente nonostante il calvario che sta passando.


Intervento a lieto fine

Martedì Naike Rivelli ha pubblicato un video su Instagram dedicato ad Andrea e ai medici e infermieri che l’hanno seguito durante il tempo trascorso al Policlinico Umberto I. Nella didascalia la figlia di Ornella Muti ha espresso tutta la sua felicità per l’operazione andata a buon fine nonostante i pericoli. “I rischi dell’intervento erano tanti. Dalla paralisi alla cecità” scrive Naike Rivelli.

Poi svela tutta la preoccupazione per quello che si preannunciava essere un lungo periodo di recupero. Ma che, per fortuna, si è rivelato essere tutto il contrario. “Se l’intervento fosse riuscito, stavolta il recupero sarebbe stato molto più lungo e lento con un minimo di 10 giorni di ricovero. Il nostro eroe si è svegliato due giorni fa“.

La dimissione anticipata

Nessun pericolo anche per quanto riguarda i rischi dell’operazione. Andrea Longhi si è svegliato “vedendo, parlando e pronto ad andare a casa“. Infatti la dimissione dall’ospedale potrebbe essere avvenuta proprio il giorno stesso della pubblicazione del video, martedì.

È un miracolo!” ha affermato Naike Rivelli, sollevata. Poi si è lasciata andare ai ringraziamenti al personale del Policlinico Umberto I per la professionalità e il sostegno “supertop“.

Aggiungi un commento