Parigi: uomo arrestato dopo scontro a fuoco

Dopo uno scontro a fuoco un uomo è stato arrestato sull'autostrada A16, questo sarebbe il responsabile dell'attacco ai militari di questa mattina

Dopo che questa mattina un uomo √® piombato con un’auto su un gruppo di militari, a Parigi √® scattata la caccia all’uomo che sarebbe appena terminata¬†sull’autostrada A16.

Attacco a Parigi: l’arresto

Un uomo sarebbe stato appena arrestato¬†sull’autostrada A16 al termine di uno scontro a fuoco. L’uomo sarebbe ferito e sembra da alcune informazioni che sia il responsabile dell’attacco deliberato di questa mattina su 6 militari fuori da una caserma.¬†Lo riferisce l’emittente BfmTv. Sembra che l’uomo fosse diretto a nord verso Calais. Secondo le prime informazioni che riescono a filtrare, l’uomo avrebbe circa 37 anni. L’arresto sembra essere stato garantito dalle riprese delle telecamere di sicurezza che, al momento dell’attacco, aveva ben immortalato il mezzo.

I soldati in gravi condizioni dopo l’attacco di questa mattina sarebbero tre e non pi√Ļ due come detto in un primo momento. Dei tre al momento ricoverati in ospedale, nessuno risulta in pericolo di vita. Il primo ministro Edouard Philippe ha espresso via Twitter il proprio “sostegno ai nostri sei militari feriti. Pensieri per le loro famiglie e i loro compagni d’armi“.


L’attacco di questa mattina contro i militari

Gli inquirenti che stanno lavorando da questa mattina hanno dichiarato:¬†“Nessuna pista √® esclusa: un atto terroristico, il gesto di uno squilibrato o un semplice incidente stradale“. Il Front National ha commentato tramite il proprio vice presidente Florian Philippot: “Non √® tagliando i mezzi¬†ai nostri militari che si garantir√† la sicurezza dei francesi“.

Il tweet di Emmanuel Macron

Si cercando ora i possibili complici del 37enne. La polizia francese di fatto si trova ora all’opera con severe perquisizioni tra i palazzi della banlieu parigina. Intanto giunge anche il tweet di Emmanuel Macron: “Congratulazioni alle forze dell’ordine che hanno fermato l’autore dell’attacco. La vigilanza resta un dovere di ogni istante“. Le parole di Macron risultavano attesissime: prima di fatto, il presidente non aveva voluto proferire parola sull’attacco.

Aggiungi un commento