Egitto: albergatore ucciso, fermato un turista italiano

Un diverbio sull'orario di chiusura della spiaggia sfocia in omicidio: è accaduto in Egitto, a Marsa Alam. Morto un albergatore: in manette un turista italiano

Terribile quanto accaduto al Cairo. Il direttore di un albergo a Marsa Alam, meta turistica che negli ultimi 20 anni è stata presa d’assalto dai vacanzieri di tutto il globo, ha perso brutalmente la vita a seguito di un diverbio. In manette un turista italiano.

Omicidio a Marsa Alam: il litigio

Pare che sia stato un diverbio a scatenare l’ira di un turista. Tutto si è svolto a Marsa Alam, nota meta turistica in Egitto, precisamente sulla costa ovest del Mar Rosso. A riportare la notizia sono le fonti egiziane locali quali Al Masry al Youm. Secondo le agenzie estere di fatto un efferato omicidio si sarebbe consumato sulle rive del Mar Rosso. Una litigata sfociata in omicidio: un turista di fatto avrebbe ucciso un albergatore egiziano. A monte, una violenta litigata: secondo quanto emerge, l’albergatore avrebbe impedito l’accesso alla spiaggia al turista. Il turista avrebbe di fatto chiesto il permesso per andare in spiaggia oltre l’orario consentito e dunque in un momento in cui la struttura non garantisce sicurezza e servizi.

L’omicidio: in manette un italiano

Niente permesso dunque per accedere alla spiaggia: questo il motivo dell’accesa litigata sfociata nel peggiori dei modi possibili. La decisione della struttura Tariq al -Henawi, avvenuta per voce dell’albergatore, ha così infervorato il turista che avrebbe successivamente attaccato l’uomo, uccidendolo. Il turista, un italiano identificato nella persona di Leonardo Ivan Pascal, avrebbe ripetutamente colpito l’albergatore egiziano che è deceduto dopo aver perso conoscenza.

L’italiano è stato immediatamente fermato ed una volta nelle mani degli agenti gli è stato confiscato il passaporto. Chiamata subito in causa anche la Farnesina che, al momento, si sta occupando del caso: “L’Ambasciata italiana segue, d’intesa con la Farnesina e in stretto contatto con le autorità locali, la vicenda del connazionale fermato in Egitto in relazione all’improvviso decesso di un cittadino egiziano“.

Aggiungi un commento