Ubriaco alla guida uccide un giovane fermo al semaforo

La vittima è un avvocato di 31 anni. La sua vita è stata spezzata all'improvviso. L'uomo al volante un peruviano di 34 anni

MILANO- Dramma ad un incrocio nel quartiere di Vigentino, dove un giovane fermo al semaforo è stato violentemente tamponato. Il ragazzo, un avvocato di 31 anni è morto a seguito delle gravi ferite riportate.

A travolgere la vittima è stato un peruviano, ubriaco al volante. L’uomo, 34 anni, ha già precedenti per guida in stato di ebrezza. Dopo l’incidente il 34enne è finito in manette.

La dinamica dell’incidente

L’incidente mortale si è consumato via Virgilio Ferrari, intorno alle 21.00 di venerdì. Fermo ad un incrocio, al semaforo rosso, Luca Andrea Latella, questo il nome della vittima, aspettava che scattasse il verde, all’interno della sua auto, una Mini Cooper d’epoca. Poi, all’improvviso, lo schianto.


Un van è arrivato allo stesso incrocio a tutta velocità, senza fermarsi, completamente travolgendo la Mini. Alla guida del van un uomo in stato di ebrezza, con l’aggravante di stare al cellulare mentre era alla guida. Con queste premesse l’impatto era inevitabile, oltre che violento.

Precedenti penali

Luca Andrea Latella non ce l’ha fatta, è morto poco dopo sul luogo a causa delle lesioni. Inutile l’intervento dei soccorsi, che giunti all’incrocio della morte non ha potuto far altro che constatare il decesso. Il 31enne, laureato alla Bocconi specializzato in contrattualistica, lavorava come legale presso l’azienda Eni. 

Quanto all’uomo che lo ha tamponato, è risultato essere recidivo a segnalazioni per guida in stato di ebrezza. Solo pochi mesi fa al peruviano è stata restituita la patente che gli era stata sospesa. Subito dopo l’incidente è stato portato all’ospedale Niguarda per essere medicato. Al seguito delle dovute analisi ed accertamenti, è risultato positivo all’alcol test: nel suo sangue è stato rivelato un tasso alcolemico superiore a 1.5. Appena dimesso, il 34enne è stato trasferito al carcere di San Vittore. Per lui è stato convalidato l’arresto con l’accusa di omicidio stradale aggravato. 

Aggiungi un commento