Lo scatto dell'estate 2017? La foto dell'uomo – isola

La foto dell'uomo il cui profilo sembra ricalcare quello della Island of the Pregnant Maiden Lake è senz'ombra di dubbio lo scatto virale di questa estate

Con l’arrivo dell’estate ci si può finalmente concedere un po’ di relax e prendere il sole al mare. Ma cosa succede se la tua silhouette ricalca alla perfezione quella dell’isola all’orizzonte? Ovviamente il risultato è una foto virale.

Lo scatto dell’estate 2017

È quanto successo ad un uomo, la cui identità non è stata rivelata, che si stava concedendo il meritato riposo in queste afose giornate estive nell’arcipelago di Langkawi. Una foto davvero esilarante, quella apparsa sui vari social per poi arrivare su Reddit, dove ogni protuberanza e roccia dell’isola, che in molti hanno riconosciuto essere la Island of the Pregnant Maiden Lake, in Malesia, sembra essere riprodotta alla perfezione dal profilo dell’uomo. Una strana causalità che ha ovviamente attirato l’attenzione del popolo del web, tanto da eleggere questa foto come lo scatto dell’estate 2017.

La foto è diventata virale

Famosa per l’antica leggenda in base alla quale chiunque si faccia un bagno tra le acque della zona riuscirà ad avere in poco tempo un figlio, quest’isola è riuscita ad aumentare la sua popolarità proprio grazie a questo scatto che in tanti sul web hanno commentato in modo ironico con frasi del tipo: “Il mio corpo è una collina, ma il mio ventre è una montagna!“, “La prima volta che l’ho visto credevo fosse una donna incinta“, oppure “Davvero una bella zona collinare“.

Una foto che in poco tempo ha fatto il giro del web, anche se non è dato sapere se lo scatto sia stato intenzionale o semplicemente frutto di una causalità. Di sicuro il protagonista di questa vicenda, soprannominato l’uomo – isola, è divenuto senza volerlo il re di questa estate 2017 e chissà cosa avrà pensato a vedere l’immagine di se stesso sul web e a sapere che il suo profilo ricalca a perfezione quello di una delle isole più belle e magiche del mondo.

Aggiungi un commento