Picchetto d’onore per l’addio a Hunter, il cane poliziotto

Hunter era un cane poliziotto in servizio al Dipartimento di Polizia di Middletown per 10 anni. I suoi colleghi lo hanno salutato con la guardia d'onore

Il Dipartimento di Polizia di Middletown, Connecticut, ha voluto onorare così Hunter, un pastore tedesco che ha servito come cane poliziotto. La foto del suo partner umano da 10 anni, Michael D’Aresta, mentre accompagna il fedele compagno verso l’ultimo saluto sta commuovendo il web.

Hunter, fedele cane poliziotto

Ad Hunter è stato diagnosticato pochi giorni fa un letale cancro al fegato. In pochissimo tempo ha consumato il coraggioso cane, per cui non ci sono speranze. Il veterinario ha raccomandato l’eutanasia, per evitargli dolorose sofferenze. Michael D’Aresta, agente con cui il cane ha prestato servizio, ha deciso di seguire il consiglio dei medici, non senza pena.

Tutto il Dipartimento ha voluto ringraziare Hunter per i suoi servigi, omaggiandolo con un picchetto d’onore. I poliziotti della stazione si sono schierati ai lati del viale mentre D’Aresta, con Hunter in braccio, lo accompagnava per l’ultima volta dal veterinario. Per il cane, infatti, è stata decisa l’iniezione letale, così da non farlo soffrire a causa dell’aggressiva malattia.

L’ultimo saluto e il cordoglio del web

Le foto dell’addio ad Hunter sono state pubblicate su Facebook dal Dipartimento di Polizia. Sul post si legge: “L’agente D’Aresta e Hunter sono stati un team eccezionale al servizio della città di Middletown dal 2007“. Il Dipartimento, inoltre, si stringe intorno all’agente D’Aresta e alla sua famiglia, di cui Hunter era ormai un membro a tutti gli effetti. Il Dipartimento conclude: “Hunter e l’agente D’Aresta sono stati parte fondamentale del nostro dipartimento negli ultimi 10 anni. Nulla sarà mai più lo stesso tra i K-9“. E, rivolgendosi direttamente ad Hunter, scrive: “Riposa in pace Hunter, hai fatto un buon lavoro“.

I cani poliziotto un inestimabile aiuto

I cani sono usati come integrazione alle forze dell’ordine, in epoca moderna, sin dal 19esimo secolo. Sono indicati con la sigla K-9, omofonia di “canine”. I cani scelti sono sottoposti ad un intenso addestramento, e devono essere in grado di obbedire agli ordini senza esitazione. Vengono impiegati per diversi scopi, dai cani antidroga alle missioni di ricerca e salvataggio. I nostri amici a quattro zampe sono insostituibili alleati per garantire la nostra sicurezza e per combattere il crimine.



Aggiungi un commento