Elezioni regionali, Sgarbi si candida: “Vincerò io”

Il critico d’arte si è ufficialmente candidato alle elezioni regionali, che si terranno a novembre in Sicilia

Il prossimo 5 novembre 2017, in Sicilia, si svolgeranno le elezioni regionali, che vedranno una importante novità. La nuova Assemblea regionale siciliana sarà, infatti, composta da 70 deputati, anziché 90. Tra di essi, ci sarà anche il presidente della Regione, il quale verrà eletto da tutti gli aventi diritto di voto.

Prevista poca affluenza alle elezioni regionali

Inoltre, 62 parlamentari verranno eletti con il sistema proporzionale. In particolare, Palermo eleggerà 16 deputati, Catania 13, Messina 8, Agrigento 6, Siracusa e Trapani 5 ciascuna, Ragusa 4, Caltanisetta 3 e, infine, Enna 2. I 7 restanti, invece, faranno parte del cosiddetto “listino del presidente”, eletti in caso di vittoria del governatore candidato. Infine, l’ultimo seggio verrà assegnato di diritto al candidato presidente che si sarà classificato al secondo posto.

A circa 60 giorni dalle elezioni regionali, comunque, cominciano anche i primi sondaggi, che vedono un testa a testa tra il Movimento 5 Stelle e il centrodestra. Il centrosinistra, invece, ha un distacco di circa 13 punti. Il fatto più sconcertante è, però, che in base alle stime sulle affluenze, è stato notato che, se le votazioni dovessero essere fatte in questi giorni, più di 2milioni di siciliani si asterrebbero dall’andare alle urne. Inoltre, tra il 46% delle persone che andrebbero a votare, uno su quattro non saprebbe chi scegliere.

Vittorio Sgarbi: “Occorre che uno sia qualcosa per fare il Presidente”

Tra i candidati governatori per le elezioni regionali 2017, spunta anche il celebre nome del critico d’arte, Vittorio Sgarbi, il quale ha già avuto un’esperienza politica in Sicilia. Dal 2008 al 2012, infatti, è stato sindaco di Salemi, una cittadina in provincia di Trapani.

Nel corso di un’intervista, il noto personaggio non si è mostrato per niente preoccupato sul presunto risultato: “Chi vince le elezioni in Sicilia? Mi candido io, quindi vincerò io. Mi candido come Governatore: è ufficiale”. Successivamente, ha aggiunto: “Valgo più di Alfano, Salvini, Meloni e Crocetta. Se faccio il 3% in Sicilia, vuol dire che il dato avrà valore nazionale”.

“Il mio obiettivo è vincere. Io sono io, gli altri chi sono? Di me si sa tutto, di Macari cosa si sa? E di Musmeci? Al massimo, si sa che ha il pizzetto. E di Armaro cosa si sa? Occorre che uno sia qualcosa per fare il Presidente della Regione – ha spiegato il critico – Sono conosciuto da 4 milioni di siciliani, ho 1milione e 800mila seguaci su Facebook e 24mila numeri sulla rubrica del telefono”.

Aggiungi un commento