Noemi, 16 anni scomparsa: si indaga per sequestro di persona

Sul caso sono stati aperti ben due fascicoli della Procura, e le indagini sono state affidate ai Carabinieri che hanno coinvolto anche la squadra del Ris

LECCE- Le ricerche continuano senza tregua, per ritrovare Noemi Durini. La giovane di 16 anni, originaria di Specchia, è scomparsa la mattina del 3 settembre senza lasciare più traccia.

I controlli, con l’ausilio dei cani molecolari, si stanno concentrando soprattutto nella grotte e nelle campagne salentine che circondano Alessano. Intanto la Procura indaga per sequestro di persona.

Due fascicoli aperti sul caso

Sulla scomparsa di Noemi sono stati aperti ben due fascicoli diversi: uno da parte della Procura ordinaria, il secondo ad opera delle pm Donatina Buffelli e Anna Carbonara, per la Procura dei minori.

La decisione di indagare per sequestro di persona, nasce dall’esigenza degli inquirenti di effettuare indagini più approfondite e specifiche. Nonostante non ci sia alcun nome iscritto nel registro degli indagati, questo tecnicismo offre un maggiore spazio di manovra ai Carabinieri, che con l’aiuto del Ris, stanno setacciando il territorio alla ricerca di qualche indizio. Gli investigatori hanno ora l’opportunità di scavare a fondo nella vita di Noemi, interrogando amici, le ultime persone che hanno avuto contattati con lei. Sotto la lente di ingrandimento in questo momento ci sono le chat e la messaggistica della minore. Il suo cellulare, che la ragazza ha lasciato a casa, sarà esaminato nella speranza di ricostruire le ultime ore precedenti alla sua scomparsa.

Le ultime immagini di Noemi

Nonostante la scomparsa sia avvenuta nelle prime ore del mattino di domenica, la famiglia di Noemi Durini ne ha denunciato la scomparsa qualche giorno dopo. La mamma di Noemi non si è allarmata particolarmente nelle prime 48 ore dalla scomparsa, poiché in passato è già accaduto che la figlia si allontanasse di casa senza dare spiegazioni. Spesso litigavano, specie per la storia d’amore della giovane con il suo fidanzatino.

Stando a quanto ripreso dalle telecamere di sicurezza, sarebbe stato proprio lui l’ultimo ad averla vista. I due avrebbero trascorso insieme il sabato sera, fino all’alba. Poi alle prime luci del mattino i due sono stati ripresi dalle telecamere mentre si allontanavano in motorino. Nella sua testimonianza, il fidanzato della 16enne ha riferito di averla accompagnata ai campetti Alessano. Secondo gli inquirenti sostengono più trascorre il tempo più si rafforza la teoria secondo la quale la ragazza non si sarebbe allontanata volontariamente. 

Aggiungi un commento