Crede di entrare in ascensore, ma è un freezer: morta congelata

Una 19enne doveva passare una semplice serata con gli amici, poi, forse per l'ubriachezza, è entrata in un freezer dell'hotel

Si è conclusa drammaticamente la vicenda di una 19enne, Kenneka Jenkins, scomparsa dopo una festa in un hotel di Rosemont, in Illinois. Il corpo della ragazza è stato ritrovato nel freezer dell’hotel in cui si era svolta la festa. La ragazza, secondo quanto ricostruito dalla indagini, si sarebbe allontanata dalla festa e poi, convinta di prendere l’ascensore, sarebbe rimasta chiusa nel freezer. La 19enne è morta congelata. La madre non riesce a credere che possa essere successa una cosa simile.

La serata prima della tragedia

Le autorità hanno cercato di ricostruire la serata della giovane 19enne. La ragazza si sarebbe recata alla festa intorno alle 23.30. La giovane per un po’ ha partecipato all’evento al Crowne Plaza Chicago O’Hare Hotel & Conference Center insieme agli amici. All’1.30 del mattino, Kenneka Jenkins ha parlato per l’ultima volta con la sorella. Da quel momento in poi di lei nessuna traccia. Alle 4 del mattino sono gli amici a dare l’allarme: non trovando più l’amica hanno chiesto aiuto e sono scattate le ricerche. Il corpo della ragazza è stato poi ritrovato nella giornata di domenica. La giovane è morta congelata dopo essere rimasta bloccata nel freezer. Secondo la ricostruzione, l’incidente sarebbe stato causato dalla confusione della ragazza forse dovuta all’alcool.

Le reazioni

La famiglia e gli amici della giovane non riescono a darsi pace per quanto successo. “Sono scioccata è qualcosa che nessuno poteva mai immaginare“, ha detto Teresa Martin, la madre della giovane. La dinamica dei fatti resta quasi inspiegabile: “Anche se mia figlia fosse stata ubriaca, avrebbe urlato e lottato per farsi sentire“, ha spiegato la donna. Anche la direzione dell’hotel è intervenuta per commentare la triste vicenda: “Siamo rattristati per questa notizia, e i nostri pensieri vanno ai parenti della ragazza. Il personale dell’hotel collaborerà pienamente con le autorità locali“.

Aggiungi un commento