Madre, padre e figlio cadono nella solfatara, muoiono tutti e 3

La coppia si era lanciata nella solfatara per soccorrere il figlio, caduto in un cratere: era pieno di materia liquida

Sono morti nel tentativo di salvare il loro figlio maggiore, Massimiliano Carrer e Tiziana Zaramella. Questi sono infatti i nomi dei genitori che, insieme al figlio di 11 anni Lorenzo, sono morti alla solfatara di Pozzuoli, cadendo nel fango incandescente presente in una zona interdetta al passaggio. Il figlio era caduto in una voragine, e loro avrebbero tentato di raggiungerlo, ma invano. È ancora vivo il figlio minore della coppia, anch’esso presente sul luogo della tragedia. La famiglia era originaria di Torino ma viveva a Meolo, in provincia di Venezia.

Forse uccisi dai gas

Con ogni probabilità, il piccolo Lorenzo è svenuto per colpa dei gas presenti al livello del terreno. Anche i genitori, una volta che hanno tentato la discesa per salvare il figlio, sono svenuti e in seguito deceduti per colpa del gas: i vigili del fuoco hanno estratto i loro corpi dal fango incandescente e dalla materia liquida che c’è all’interno della solfatara.

Purtroppo il secondogenito, presente sul posto, ha visto prima il fratellino e poi i genitori cadere nel cratere: non ha ancora coscienza della morte della sua famiglia, ma ha intuito la gravità della situazione. Al momento accanto a lui ci sono psicologi e, tra poco, arriveranno i nonni, che sono partiti da Torino appena saputo della tragedia.

Messa in sicurezza con cartelli

La solfatara di Pozzuoli è messa in sicurezza con dei cartelli e con un recinto, che è comunque superabile (come purtroppo si è visto). Finora, non c’erano mai stati incidenti mortali. Si ipotizza che le piogge dei giorni scorsi abbiano potuto peggiorare la situazione, in quanto potrebbero aver allargato il varco permettendo quindi la caduta di un corpo anche adulto. Il titolare del bar della Solfatara, intervistato dal Corriere della Sera, ha dichiarato: “La solfatara è sorvegliata, viene messa in sicurezza da cartelli, ci sono i guardiani, però quello che ha successo ha un po’ sconvolto tutti“. 

Aggiungi un commento